Mar 262012
 

Sarà celebrata quest’anno a Roma domani 27 marzo, La Giornata Mondiale del Teatro presso il teatro Quirinetta, che dalle ore 21,00 e ad ingresso gratuito, ospiterà una serata dal titolo “Teatro per il Teatro” con protagonisti spettatori e insieme interpreti.  Anna Proclemer leggerà il messaggio celebrativo della Giornata, tradotto in 20 lingue e letto in contemporanea in molti teatri nel mondo. Il messaggio di quest’anno è stato scritto dall’ attore statunitense John Malkovich. Nell’occasione verrà presentata l’ iniziativa culturale “Il Teatro ha preso il volo”, ideata da Pino Pietrolucci in collaborazione con Alitalia e Rai Cinema. Dal 1 aprile, la compagnia di bandiera inserirà nell’ offerta di intrattenimento di tutti i voli a lunga percorrenza, accanto alla sezione cinema, una dedicata al teatro.

L’ iniziativa partirà con due commedie di e con Eduardo De Filippo: Filumena Marturano e Natale in casa Cupiello, con sottotitoli in inglese.

Il 27 marzo al Quirinetta, I solisti dell’ orchestra Monteverdi (un sestetto d’ archi e flauto) si esibiranno in un programma che prevede
con le Quattro Stagioni e molto altro ancora. Sara Sammartino e la sua piccola compagnia “Sangue Giusto”, che opera anche nel carcere femminile di Civitavecchia, daranno alcuni assaggi del loro lavoro. Ci saranno poi gruppi di flamenco e di tip-tap che faranno da contrappunto a interventi poetici.

Sempre il 27 marzo, anche il Teatro Argentina celebrerà la Giornata offrendo i biglietti per lo spettacolo serale con il 50% di sconto e aprendo le porte a visite guidate. Poste Italiane parteciperà dai foyer dell’ Argentina, del Quirino e del Quirinetta, dove sarà a disposizione un servizio volante di annullo filatelico speciale dedicato alla serata, sul francobollo commemorativo emesso in occasione della Giornata del 2011.

Hanno aderito alle celebrazioni anche alcune scuole romane con eventi a tema pensati per la ricorrenza. Infine, nel pomeriggio del 27 marzo, alle ore 18,00 presso il nuovo spazio culturale di MassenzioArte, in via Palermo 28, sarà inaugurato l’ evento “Smile portaci un sorriso!” con esibizione di artisti a sorpresa, organizzato da Music Theatre International.

Mar 142012
 

Sono stati resi pubblici i nomi dei compositori risultati vincitori del concorso indetto dal Konzerthaus di Vienna in occasione del suo centesimo anniversario. Tra tutti anche due  giovani artisti italiani. Nella categoria “Composizione per quartetto d’archi” il primo premio è andato a Simone Movio.

La sua composizione Zahir la verrà eseguita in prima assoluta dal Quartetto Szymanowsky il prossimo 15 gennaio nella Sala Mozart del Konzerthaus di Vienna. Holon. Due visioni olistiche per ensemble in forma di studio di Raffaele Grimaldi ha vinto il primo premio nella categoria “”Ensemble misto”. Il lavoro verrà eseguito in prima assoluta dall'”Ensemble Recherche” il 10 ottobre 2012 nella Sala Mozart del Konzerthaus di Vienna.

Con Studio n. 1(prima esecuzione assoluta il 30 aprile 2013 nella Sala Mozart in un recital della pianista Mihaela Ursuleasa) Grimaldi ha vinto anche il primo premio nella categoria “Composizioni per pianoforte”.

Mar 052012
 

Riaperto a Verona, dopo più di trent’anni il Teatro Ristori, meraviglia ottocentesca riportata al suo antico splendore grazie all’impegno della Fondazione Cariverona.

A dire del direttore Angelo Curtolo, non sarà il Ristori un altro teatro, ma uno spazio capace di offrire e accogliere qualunque tipo di attività culturale

Intitolato ad una delle più grandi attrici italiane del XIX secolo, Adelaide Ristori, il nuovo teatro è parte della storia della città dal 1840 e sul suo palcoscenico sono passati tutti i nomi più importanti dello spettacolo italiano e della musica, classica e non. Spazio multifunzionale – ospiterà anche danza, convegni, corsi di teatro – e in dialogo con le altre istituzioni culturali cittadine, è dotato di apparecchiature tecnologiche all’avanguardia tra cui videoproiettori digitali e uno schermo a tutto boccascena per portare in diretta con gli spettacoli dal vivo, il meglio dai palcoscenici internazionali: «Siamo i primi, e per il momento gli unici in Italia, a trasmettere i concerti dei Berliner Philharmoniker», segnala Curtolo. Musica quindi, ma con un occhio di riguardo ai giovani: Mario Brunello, già protagonista il 14 gennaio del concerto inaugurale, torna il 7, 8 e 9 marzo con un progetto per avvicinare gli studenti alla Sinfonia K550 di Mozart. Un viaggio analogo, partendo però dalla musica brasiliana e dalle relazioni con il jazz e la classica, sarà quello dal 16 al 18 maggio in compagnia di Stefano Bollani.

Gen 132012
 

Prosegue a Palazzo Marino la rassegna inaugurata il 19 dicembre 2011con un concerto natalizio nell’ Aula Consiliare.

Il programma della rassegna prevede, sei concerti nella Sala Alessi di Palazzo Marino: tre al sabato (inizio ore 18,00) e tre la domenica successiva (inizio ore 11,00). E precisamente nelle seguenti date: 14-15 gennaio, 21-22 gennaio e 28-29 gennaio 2012.

I concerti saranno gratuiti e sarà possibile ritirare l’invito  dal martedì precedente il concerto presso l’ Urban Center di Milano in Galleria Vittorio Emanuele. Ogni concerto sarà correlato dalla lettura di testi a cura di giovani attori e da una breve introduzione al programma musicale. L’esecuzione è affidata a giovani musicisti dal comprovato talento e la programmazione artistica spazia dal XVII secolo al Novecento.

Questo progetto, curato dall’ Associazione EquiVoci Musicali, sotto la direzione artistica di Ettore Napoli e Davide Santi nasce dal desiderio di proporre a Palazzo Marino un antico modo di fare cultura offrendola a chiunque abbia voglia o senta il piacere di farla propria nell’ambito di incontri musicali nel corso dei quali la musica è preceduta da brevi introduzioni con letture di testi.

Questa concezione antica di vivere la cultura secondo modalità conviviali, se non casalinghe, lo si trova nelle accademie ampiamente diffuse nel Settecento in Italia sulla scia dell’Arcadia romana seicentesca: «La sera andremo in maschera al gala dell’opera, dopo l’opera ci sarà il ballo e infine torneremo a casa in carrozza con il maggiordomo e sua moglie. Venerdì prossimo ci sarà un’accademia per tutti: vedremo cosa ne verrà fuori». Così riferisce Leopold Mozart in una lettera inviata da Milano (17 febbraio 1770) alla moglie Maria Anna a Salisburgo sui primi passi che lui e il quattordicenne Wolfgang stanno compiendo negli ambienti milanesi all’inizio della loro prima esperienza nella città.

Sabato 14 gennaio ore 18.00 – Francesca Tassinari soprano e Manana Jangavadze pianoforte (Arie e romanze dell’Ottocento)

Domenica 15 gennaio ore 11.00 – Alice Baccalini pianoforte (Liszt e Skrjabin)

Sabato 21 gennaio ore 18.00 – Wacky Brass Quintet (da Bach a Morricone)

Domenica 22 gennaio ore 11.00 – Quartetto Antares (Beethoven, Rota)

Sabato 28 gennaio ore 18.00 – Milano Saxophone Quartett (Trascrizioni dal Barocco)

Domenica 29 gennaio ore 11.00- Le Cameriste Ambrosiane (Donne e parole in musica)

Gen 042012
 

E’ bello prendere, come buon auspicio, l’ottimo Concerto di Capodanno alla Fenice di Venezia, trasmesso in Eurovisione dalla RAI.

E’ bello credere che, proprio come una Fenice, il glorioso teatro veneziano – letteralmente risorto dalle fiamme – e la musica e le arti italiane potranno risorgere dal deserto culturale e politico che le sta cancellando.

Valga da insegnamento la sublime direzione del giovane Diego Matheuz, figlio di quel Venezuela che, con la musica classica, ha investito sul futuro dei bambini, che a distanza di anni riescono ad arrivare lontano, affrancati dalla miseria socio culturale alla quale sarebbero stati condannati.

Il concerto della Fenice è riuscito ad offuscare – per una volta – quello di Vienna. Iniziando con l’Inno di Mameli,  il ventisettenne Diego Matheuz ha diretto l’orchestra e il coro veneziano. L’evento è stato trasmesso in diretta televisiva dalla RAI, a partire dalle 12,20, con un repertorio operistico di Verdi, Bellini, Mascagni, Donizetti, Puccini e Ponchielli, oltre al ”Valzer del commiato” di Nino Rota. Il tenore Walter Fraccaro, applauditismo, ha eseguito l’aria ”E lucean le stelle” di Puccini, così come il soprano australiano Jessica Pratt, con la difficile aria dalla “Sonnambula” e quella dalla “Linda di Chamounix” di Donizetti. Un piacere immenso, poi, è stato ascoltare il valzer di Rota, indimenticabile grazie al film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, che ha fatto emergere la duttilità del giovane Direttore d’Orchestra venezuelano.

Imperdibile il resto del programma, con l’aria mozartiana ”Madamina, il catalogo è questo” dal “Don Giovanni”, magistralmente eseguita dal grande basso Alex Esposito, e l’esecuzione dei pilastri verdiani ”Va pensiero” e ”Libiam”. Tutto il programma è risultato impostato nella proposta di partiture finalizzate a sottolineare la spensieratezza e alla gaiezza della ricorrenza. Emozionati ed emozionanti, per finire, gli immancabili auguri per il 2012 del Direttore d’orchestra a tutto il mondo.

Unico neo: il taglio del “bis” concesso al pubblico in sala, e negato, senza pietà, dalla ripresa Rai, che doveva programmare la pubblicità prima del Telegiornale. Un vero peccato, che ha fatto arrabbiare molti telespettatori. In ogni caso, grazie, mamma RAI, per avere coprodotto e mandato in onda questo evento: pagherò volentieri il canone, quest’anno, per questo spettacolo. Certo, se ne avessimo di più, di musica così, saremmo ancora più felici. La RAI è stata per decenni il fattore unificante ed edificante della cultura e della lingua italiana: ci piacerebbe molto che potesse tornare a ricoprire il suo vero ruolo. L’augurio è, che, anch’essa, rinasca dalle ceneri, come La Fenice.

Dic 072011
 

Il Don Giovanni alla Scala il 7 dicembre 20117 dicembre 2011. Come di consueto, il giorno di Sant’Ambrogio il Teatro alla Scala inaugura, con gran pompa, la stagione 2011-2012. Oggi va in scena il Don Giovanni di Mozart.

Per chi avesse una connessione Sky, segnaliamo che, eccezionalmente, va in onda, in chiaro, sul Canale 728 (Sky Classica), la differita dell’opera. Imperdibile per gli appassionati.

“Don Giovanni non è solo un personaggio, è un mito” dice il maestro Daniel Barenboim che dirige il Don Giovanni.

Ecco il primo video di una lunga intervista recentemente rilasciata su questa messa in scena dal Maestro Baremboim (potete facilmente trovare gli altri video alla fine di questo):

nell’augurare buon ascolto e buona visione a tutti, pubblichiamo anche un po’ di cronaca…
Ago 062011
 

Locandina del concerto del 7 agosto 2001 a FolgariaIl 7 agosto 2001, a Folgaria, si terrà un concerto dell’Orchestra d’archi ClassicaViva, diretta dal Maestro Stefano Ligoratti, a conclusione del My Vitalis Music Festival, che si è tenuto nel corso dell’ultimo mese, come da noi già segnalato in un precedente articolo.

Originariamente previsto all’aperto, nel bel giardino dell’Hotel, il concerto, a causa del previsto maltempo, verrà invece tenuto in una sala interna dell’Hotel, e sarà mandato in onda in diretta dall’Emittente Radio Dolomiti. L’evento sarà trasmesso in diretta da Radio Dolomiti, ascoltabile in diretta streaming Internet da questo link: http://www.radiodolomiti.it/streaming/streaming.php, e alle seguenti frequenze: http://www.radiodolomiti.it

Ecco il bel programma che verrà presentato, in sostituzione di quello per orchestra sinfonica, interamente mozartiano, originariamente previsto:

Folgaria, concerto dell’Orchestra d’archi di ClassicaViva, 7 agosto 2011, programma di sala

Lug 302011
 

Festival 2011 “Musica…  il mosaico dell’aria” all’Hotel MyVitalis di FolgariaA Folgaria si sta svolgendo il MY VITALIS MUSIC FESTIVAL, dal 17 LUGLIO – 07 AGOSTO 2011, con il Programma qui di seguito dettagliato.
Il Festival è promosso dall’Associazione culturale My Nature Top Club, con la Direzione aritistica del Maestro Antonello D’Onofrio.

Il concerto conclusivo del 7 agosto vedrà protagonista l’Orchestra di ClassicaViva, diretta dal Maestro Stefano Ligoratti, con un bel programma tutto mozartiano.

Tutti gli eventi saranno trasmessi in diretta da Radio Dolomiti, ascoltabile in diretta streaming Internet da questo link: http://www.radiodolomiti.it/streaming/streaming.php, e alle seguenti frequenze: http://www.radiodolomiti.it/news/radio_lay_notizia_01.php?id_cat=35&id_news=44 

PROGRAMMA

DOMENICA 17 luglio:  NOTE D’ORIENTE ore 21.00
Quartetto voce, violoncello, pianoforte e chitarra tradizionale iraniana
Violoncello: BABAK KHAYAMI, pianoforte SHADI ZENDEDEL, chitarra tradizionale MEDHIR KHAYAMI
Musiche di:  F. Schubert, P. Tchaikovsky M. Khayami , brani tradizionali Armeni e Persiani

SABATO 23 luglio : concerto IBERIA BALCANICA ore 21.00
Duo pianoforte 4 mani: MAJA MATIJANEC / LOLA GAITAN SANCHEZ
musiche di: S. Rachmaninov, P. Tchaikovsky, M. DeFalla , A. Dvorak, J. Brahms

DOMENICA 24 luglio: HOMMAGE A CHOPIN ore 21.00
Pianoforte : M°ANDREA SOLINAS
Musiche :  F. Chopin

MARTEDI 26 luglio: CONCERTO TRIO CROMATIQUE ore 21.00
Pianoforte:  Renata Benvegnu, violino: Lucrezia Brinckmeier , violoncello: Ingrid Ruko
Musiche:   A. Grosso , J. Haydn, A. Piazzolla, R. Schumann, H. Wieniawsky

GIOVEDI 28 luglio: “QUARTETTO SERRA JAZZ ” ore 21.00
Jazz fusion
Piano, batteria ,chitarra, tromba

VENERDI 29 LUGLIO: ” TOUCH & GO ” Charley Deanesi e Luca Tocco ore 21.00
West Coast Country Music

SABATO 30 luglio: ” FREE GOSPEL BAND” ore 21.00
Esibizione di Coro Gospel

DOMENICA 31luglio: RECITAL MAGIE AL PIANOFORTE ore 21.00
Pianoforte: GIUSEPPE ANDALORO/TIJANA ANDREIJC
Musiche di: R.Schumann, C.Debussy , F.Liszt, M.Ravel

VENERDI 5 agosto: CONCERTO VOCE D’ITALIA ore 21.00
Serata di liriche italiane per festeggiare i 150 anni dell’unità
Duo piano e voce:
Pianoforte: MARCO BORRONI Soprano: ELSA GALASIO
Musiche : P. Tosti, G. Puccini, G. Verdi

SABATO 6 agosto: IL PIANOFORTE ROMANTICO ore 21.00
Recital piano solo
Pianoforte : M° ALBERTO LODOLETTI
Musiche: F. Chopin,F. Liszt

DOMENICA 7 agosto : Concerto per pianoforte ed orchestra e concerto per clarinetto ed orchestra di MOZART ore 21.00
Solisti: ANTONELLO D’ONOFRIO pianoforte – LORENZO LAURINO clarinetto
Direttore: STEFANO LIGORATTI orchestra: “ClassicaViva”

Musiche:  MOZART, concerto per pianoforte ed orchestra KV 467, MOZART, concerto per clarinetto ed orchestra KV 622, MOZART, divertimenti

Giu 132011
 

Iniziato l’8 giugno, si concluderà il 30, il “Progetto Martha Argerich“, promosso da Lugano Festival, RSI Rete Due e Banca BSI, che è ormai giunto alla decima edizione e riunisce una cinquantina di artisti intorno alla grande pianista. Non solo musicisti molto noti ma anche di giovani talenti, emersi dalle precedenti edizioni o invitati per la prima volta.

Pensata per essere una palestra di musica d’assieme, la manifestazione è una sorta di laboratorio, che propone agli artisti di affrontare composizioni di rara esecuzione accanto ai capolavori del repertorio.

Nel programma di quest’anno un posto particolare sarà riservato a Franz Liszt nel duecentesimo della nascita. Del grande compositore saranno eseguiti in trascrizione per due pianoforti la Nona Sinfonia di Beethoven, alcuni suoi poemi sinfonici, la Sonata, oltre alla sua versione per pianoforte e orchestra della “Wanderer-Fantasie” di Schubert e al Concerto pathétique interpretato da Martha Argerich e Lilya Zilberstein. Nei due concerti con l’Orchestra della Svizzera italiana (diretti da Jerzy Kapszyk e Alexander Vedernikov) Martha Argerich si è riservata il Concerto K 467 di Mozart, accanto a Stephen Kovacevich nel Concerto n.4 di Beethoven, Nelson Freire nel Concerto n. 2 di Chopin, Alissa Margulis nel Concerto op. 62 di Glazunov, Lilya Zilberstein nel Concerto n. 2 di Balakirev, Gautier Capuçon nel Concerto di Elgar e Mischa Maisky nel Kol Nidrei di Bruch. A Liszt sarà riservata la prima serata della rassegna con pagine vocali affidate al Coro della Radio svizzera diretto da Diego Fasolis, con composizioni di rara esecuzione ed alcune Rapsodie ungheresiinterpretate da Gezalius e i Virtuosi di Boemia, esclusivamente composto da musicisti rom.

Liszt sarà evocato anche attraverso il Quintetto con pianoforte del suo allievo polacco Juliusz Zarebski (1854-1884), una scoperta di cui Martha Argerich si fa carico della riproposta moderna. Fra gli altri pianisti presenti figurano Nicholas Angelich, Gabriele Baldocci, Khatia Buniatishvili, Alessandro De Luca, Walter Delahunt, Nelson Goerner, Carlo Maria Griguoli, Karin Lechner, Alexander Gurning, Polina Leschenko, Lily Maisky, Jura Margulis, Cristina Marton, Alexander Mogilevsky, Gabriela Montero, Daniel Rivera, Akane Sakai, Alessandro Stella, Sergio Tiempo, Giorgia Tomassi, Mauricio Vallina, Stephan Zind, oltre a Denis Kozhuhkin in una serata interamente dedicata a Rachmaninoff, in cui sarà eseguita la Sonata n. 1 e il Trio n. 2 (con Renaud Capuçon e il giovane violoncellista Yan Levionnois). Nella musica da camera, che proporrà il Quartetto op. 67 di Turina, il Trio op. 120, il Quartetto op. 15 e il Quintetto op. 89 di Fauré, il Trio op. 8 e il Trio op. 101di Brahms, nonché il Quintetto di Franck, saranno impegnati i violinisti Dora Schwarzberg, Michael Guttman, Lucia Hall, Geza Hosszu-Legocky, Patricia Kopatchinskaya, Sascha Maisky, i violisti Nathan Braude, Lyda Chen e Nora Romanoff, i violoncellisti, Jorge Bosso, Mark Drobinsky, Sol Gabetta.

I recital pomeridiani saranno l’occasione per conoscere alcune giovani promesse del pianoforte quali Leonora Armellini, Lena Lisistian, Theodosia Ntokou, Sophie Pacini.

La conclusione della rassegna avverrà all’aperto nella piazza grande di Lugano in coincidenza con Estival Jazz, in una serata che, come omaggio all’origine argentina della sua protagonista, sarà dedicata al tango. Oltre all’Orchestra della Svizzera italiana diretta da Eduardo Hubert vi parteciperanno il bandoneonista Nestor Marconi e Luis Bacalov, in veste di pianista e compositore.

Il programma completo della Manifestazione e scaricabile da questo link.

Apr 062011
 

Stasera alle 19,30, a L’Aquila, si terrà un concerto del Conservatorio, con musiche di Pergolesi, Mozart e Grieg, nel Ridotto, l’unico spazio agibile del Teatro Comunale.

Prima del concerto, si potrà partecipare a un seminario dal titolo “La cultura della prevenzione“.

Sempre oggi, nella città terremotata, il Teatro stabile d’innovazione L’Uovo, presenterà nella sala della Regione il video realizzato per documentare la distruzione del Teatro San Filippo, a tutt’oggi abbandonato nelle sue macerie.

A Torino invece, al Teatro Agnelli, questa mattina si è tenuta, nell’ambito della rassegna “Il teatro della memoria”, la messa in scena di un’altra produzione dell’Uovo, “Monnezza”, sull’infinito problema dello smaltimento dei rifiuti. Al termine gli attori, si son fermati a dialogare con i ragazzi delle scuole, raccontando la terribile esperienza vissuta col terremoto di due anni fa.

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!