Joo Cho

 

Joo ChoJoo Cho, soprano sudcoreana, si è laureata in Canto presso l’Università Chung-Ang di Seoul; ha poi conseguito la laurea in Canto e in Musica vocale da camera (I e II livello) col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore presso il Conservatorio “Verdi” di Milano, sotto la guida di Demetrio Colaci e Stelia Doz. Si è perfezionata con artisti quali Peter Schreier, Ernesto Palacio, Jaume Aragall. È risultata vincitrice assoluta di numerosi concorsi, fra cui il Concorso internazionale “Giulio Neri” di Torrita di Siena e in Inghilterra il Concorso internazionale “Haverhill Sinfonia Soloist Competition”.

All’Opera House di Seoul si è esibita come protagonista in diverse produzioni: Die Zauberflöte (Pamina), Così fan tutte (Fiordiligi), La Bohème (Musetta), Un ballo in maschera (Oscar). Nel 2006 e 2007 in Austria ha partecipato al Tiroler Festspiele Erl nel Ring des Nibelungen (Woglinde) e in Parsifal (Erste Blumenmädchen), sotto la direzione di Gustav Kuhn. La registrazione di Parsifal è ora disponibile in CD e DVD (edizioni Col Legno). Cho ha inoltre registrato su CD per la casa discografica Bongiovanni l’opera di Nino Rota I due timidi. È attiva nell’ambito dell’oratorio e della musica sacra: Elias di Mendelssohn, Stabat Mater e Petite Messe Solennelle di Rossini, Requiem di Mozart (direttore Donato Renzetti), Mirjams Siegesgesang di Schubert (direttore Romano Gandolfi), Des Knaben Wunderhorn di Mahler (direttore Kevin Hill), Chants d’Auvergne di Canteloube (direttore John Anderson), Messa in do magg. di Beethoven e Messa in sol magg. di Schubert (direttore Christopher Fifield).

Joo Cho frequenta con assiduità il repertorio liederistico, che ha approfondito sotto la guida di Helmut Deutsch, Irwin Gage e Dalton Baldwin: ha tenuto concerti di Lieder in Germania (Lubecca: Großer Saal der Musikhochschule), Austria (Salisburgo: Wiener Saal del Mozarteum) Francia (Parigi: Salle Cortot), Inghilterra (Stratford-upon-Avon: Shakespeare Institute), Svizzera (Lugano: Sala della musica) e Italia (Milano: Teatro dell’Arte, Sala Verdi del Conservatorio, Festival MITO – Settembre Musica; Torino: Salone del Conservatorio).

Joo Cho è inoltre apprezzata interprete di musica novecentesca e contemporanea: fra le numerose prime esecuzioni assolute in cui si è esibita sono da ricordare almeno Nel tuo silenzio di Giacomo Manzoni per voce sola (Milano, 2010) Sette di Niccolò Castiglioni, per soprano e orchestra ( Erl, 2005: direttore Tito Ceccherini), e Milano 2005 di Gustav Kuhn, per soprano, violino e orchestra (Sala Verdi del Conservatorio di Milano: violino Salvatore Accardo, direttore lo stesso Kuhn).


In duo con il pianista Marino Nahon ha recentemente inciso un CD per Le Edizioni ClassicaViva, con i Lieder di  Franz Schubert:

Print Friendly, PDF & Email