Il Quartetto Indaco

 

Il Quartetto Indaco si è formato nel 2007.

E’ costituito da quattro giovani di diverse nazionalità che si sono uniti alla scopo di fare musica, ricercando la massima espressività attraverso la formazione del quartetto.

La miscela di culture e nazionalità diverse che formano il quartetto (italiano, giapponese, moldavo e irlandese) garantisce un potenziale esplosivo alla loro musica.

Attualmente il quartetto si sta perfezionando presso la Scuola di Musica di Fiesole con i Maestri Piero Farulli (Quartetto Italiano) e Andrea Nannoni (Trio di Fiesole, Nuovo Quartetto); ha partecipato attivamente alle Masterclass dell’Accademia Europea del Quartetto con l’entusiastica approvazione dei Maestri H.Bayerle (Quartetto Alban Berg), M.Skampa (Quartetto Smetana), P.Cropper (Quartetto Lindsay), inoltre ai corsi con W.Coleman e O.Wille (Quartetto Kuss, F.Dillon e A.Campagnari (Quartetto Prometeo), Quartetto Brodtsky (Inghilterra), Quartetto Artemis (Germania).

Parallelamente il Quartetto ha all’attivo numerosi concerti in diverse nazioni, tra cui Italia (Milano, Firenze, Aosta), Irlanda (Galway), Lettonia (Riga e Iurmala) etc. E’ invitato a partecipare ad importanti Festival come il Festival Aosta Classica, il Festival Tra Lago e Monti (Lecco), il Festival della Creatività (Prato)…

Si è esibito nell’Accademia di Musica di Riga, ottenendo un ottimo successo di critica e di pubblico. Nel Marzo 2008 la Scuola di Fiesole ha assegnato al Quartetto Indaco la Borsa di Studio della durata di tre anni, in ricordo di Laura Dubini che è stata offerta da parte del Corriere della Sera. Nel Maggio 2008 vince il “Premio Enrica Cremonesi”.

Eleonora Matsuno

Eleonora Matsuno, nata nel 1984 a Milano, ha compiuto gli studi nel 2003 presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano, nella classe del M° Umberto Oliveti, diplomandosi con il massimo dei voti.

Nel 2007 ha conseguito con il massimo dei voti la laurea di secondo livello in violino, preparata dal M° Gabriele Baffero.

Ha partecipato e partecipa attivamente alle iniziative e alle manifestazioni culturali-musicali del Conservatorio e della Provincia di Milano e a diverse masterclass tenute da personalità di rilievo quali Bruno Canino, Mariana Sirbu e Felice Cusano, Trio di Parma, Quartetto Kuss. Numerose le collaborazioni con diverse orchestre a livello nazionale, in particolare con l’orchestra “Nuova Cameristica”di Milano, l’orchestra dell’Accademia Europea, l’orchestra “Milano Classica” e la “Filarmonica del Conservatorio G.Verdi”, della quale è membro stabile dal 2001 e per la quale ha ricoperto anche il ruoli di spalla e di I violino.

Dal 2007 è I violino dell’orchestra “Classicaviva”. Nel 2003 la costituzione, insieme al violoncellista Francesco Dessy e al pianista Davide Ferro e sotto la guida della professoressa Emanuela Piemonti ( pianista del trio Matisse ), del trio Kaleidos, con il quale ha vinto concorsi tra i quali il prestigioso “premio Galbiati” per gruppi da camera e con cui si è esibita in più occasioni ottenendo ottime critiche. Nel 2007 parte della loro incisione del Trio di Mendelssohn op.66 è stata distribuita a livello nazionale insieme alla rivista “Suonare news”.

In formazione di duo, insieme al pianista Stefano Ligoratti, ha recentemente vinto il Premio Green Hamlet per l’ esecuzione di un pezzo di musica contemporanea.

Eleonora si è esibita, in formazioni cameristiche e come solista, in numerose sedi in Italia e all’estero, tra cui palazzo Venini e palazzo Cusani, Politecnico, Aula magna dell’Università degli Studi e palazzina Liberty a Milano, sala Puccini e sala Verdi in Conservatorio, Duomo di Novara, l’accademia di Musica e il Consolato italiano a Stoccolma, la Salle Atrium a Fort de France (Martinica), e per i festival di musica da camera di Cividino e della Valtellina.

Jamiang Santi

Jamiang Santi, nato a Milano il 19 dicembre 1984, intraprende lo studio del violino all’età di 5 anni, nella scuola di violino di Vittoria Cefaly Santi.

Si è esibito in numerosi concerti sia in ruoli solistici che in ensemble. All’età di 10 anni viene premiato come giovane talento ad un concorso patrocinato dal Comune di Milano; viene ammesso a pieni voti al Conservatorio di Milano “G.Verdi” dove, sotto la guida del M° Oliveti, prosegue gli studi fino al compimento dell’esame finale (esito 108 su 110).

Numerose le collaborazioni con diverse Orchestre a livello nazionale, in particolare partecipa da alcuni anni all’attività dell’Orchestra Nuova Cameristica di Milano, con molte tournee in tutto in Nord Italia e nella Svizzera Italiana. Nel giugno 2002 è stato scelto tra gli studenti dei corsi medi per una trasferta in Argentina con l’Orchestra giovanile del Conservatorio. Nel Settembre 2003 ha suonato in alcuni concerti in Svezia all’interno di un gemellaggio scolastico tra il Conservatorio di Milano e le più importanti High Schools di Stoccolma. All’interno del Triennio ha eseguito audizioni (Maggio 2003; Aprile 2004) e concerti (Giugno 2003; Luglio 2004) con le formazioni cameristiche di quartetto e duo. Ha vinto la borsa di studio dell’Orchestra Filarmonica del Conservatorio per le stagioni concertistiche dell’anno 2004/2005 e 2005/2006. Grazie al progetto Erasmus, nel 2006 ha vissuto un’intensa esperienza formativa in Germania (Stoccarda).

Dopo aver conseguito a pieni voti la Laurea di secondo livello (Biennio) sotto la giuda del M° F. Luciani, sta perfezionandosi con i Maestri C. Rossi e F. Cusano. Frequenta il corso di quartetto presso l’Accademia di Fiesole.

Andrei Harabagiu

Nato nella città di Chisinau (Rep. Moldova) nel 1984, in una famiglia di musicisti, ha compiuto gli studi nel liceo musicale di stato di Chisinau (R. Moldova) con la maestra T. Kaftanat e con D. Gay in Conservatorio di Musica di Milano, diplomandosi nel 2006 con il massimo di voti in violino.

Attualmente frequenta il secondo anno del corso di laurea di secondo livello, nella classe di viola di M° C. Pavolini. Ha partecipato ai corsi di C. Bronzetti (Romania); M. Craioveanu (USA); D. Gay (Italia). E’ risultato vincitore in vari concorsi nazionali e internazionali come: ”Remember Enescu” (3° posto, Sinaia, Romania, 2000),”P.Costantinescu” (premio speciale, Ploiesti, Romania, 2002), ”Citta di Arenzano” (1° posto, Arenzano, Italia, 2004). Inoltre collabora come violinista e violista con varie formazioni orchestrali e cameristiche tra quale:”Orchestra dell’Università degli studi di Milano”; “Orchestra di ClassicaViva”, ”Accademia “La Scala”; ”Nuova Cameristica di Milano” ; orchestra “UECO”; gruppo di tango “Tango Tinto”; “Wu Ming” e altre.

Naomi Berrill

Naomi Berrill è nata a Galway (Irlanda) nel 1981. I suoi genitori sono insegnanti di musica e hanno avuto un ruolo fondamentale nel suo percorso formativo. Nel 1997 vince una borsa di studio per studiare violoncello alla Royal Irish Academy of Music di Dublino. Nel 2000 si trasferisce a Glasgow, dove studia per l’accademia RSAMD, presso la quale consegue il suo diploma di musica, sotto la guida del Maestro Robert Irving. Durante il suo percorso di studi, Naomi approfondisce anche lo studio della musica elettroacustica, jazz e folk, affiancando allo studio del violoncello anche quello di pianoforte, canto, chitarra,violino e trombone. A completamento dei suoi studi Naomi ha partecipato a importanti corsi estivi e masterclass, tra cui Eton Cello Course con Louise Hopkins (London), Banff Chamber Music Course (Canada), Concorda European Chamber Music con M. Rostropovich (Italia).

Nel 2005 il suo debutto come violoncellista con tre perfomance delle Variazioni Rococò con La Royal Scottish Academy Orchestra. Dopo il Diploma, Naomi si trasferisce in Italia, dove ha inizia gli studi con Enrico Bronzi (Trio di Parma) e Francesco Dillon (Quartetto Prometeo e Ensemble Alterego). Al momento vive a Firenze ed è violoncellista con il Trio Alba ed insegnante alla Scuola di Musica di Fiesole. Le sue collaborazioni si estendono anche negli ambiti della musica tradizionale irlandese, nel jazz sperimentale e del pop con alcune collaborazioni con i La Crus. Naomi collabora stabilmente con gli ensemble Musicamorfosi (Monza), NEM (Firenze) , Fontana Mix (Bologna) e Wu Ming (Lodi).

Print Friendly, PDF & Email