Giu 152011
 

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 < ![endif]--> < ![endif]--> < ![endif]-->Prenderà il via il 10 agosto, per concludersi il 23, il Festival di Pesaro (Rossini Opera Festival). Ricco come sempre il programma, presentato nei giorni scorsi, che prevede la messa in scena di tre opere: Adelaide dei Borgogna, Moïse et Pharaon e La scala di seta. Nuovi allestimenti, per le prime due opere in programma, di Pier’Alli la prima(direttore Dmitri Jurowski, protagoniste Jessica Pratt, Daniela Barcellona e Nicola Ulivieri) e Graham Vick la seconda (direttore Roberto Abbado, nella foto, protagonisti Riccardo Zanellato, Sonia Ganassi e Dmitry Korchak). La scala di seta ritorna invece, sarà la stessa e già collaudata rappresentazione  del 2009 curata da Damiano Michieletto (direttore José Miguel Pérez-Sierra, protagonisti Hila Baggio, Juan Francisco Gatell e Paolo Bordogna).

Altri eventi previsti, come da qualche anno a questa parte: Il viaggio a Reims nella storica regia di Emilio Sagi, con giovani cantanti dell’Accademia rossiniana e un giovane Direttore, Yi-Chen Lin. Preista anche una sola esecuzione in solo concerto del Barbiere di Siviglia, curata da Alberto Zedda, e da lui diretta. Il Festival proseguirà con quattro “concerti di belcanto”: Pizzolato, Korchak, Alaimo-Cassi, Marina Rebeka (che doveva cantare anche nel Mosé ma ha dato forfait a causa della recente matenità), e quattro concerti pianistici della serie Péchés de vieillesse, con Stefan Irmer, Bruno Canino, Marco Sollini e Giovanni Belllucci. Anche in occasione del Festival di Pesaro, saranno suonate musiche di Liszt, continuando così a commemorare il bicentenario della sua nascita.

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!