Gen 282008
 

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, il seguente comunicato da parte di ANDDICOR, l’Associazione Nazionale dei Docenti di Discipline COReutiche:

“Per il settore danza dell’AFAM neanche la possibilità di esprimere un parere sui tanto attesi decreti. PMaria Grazia Grosso durante una lezioneossiamo solo confrontarci con il nulla.

L’acceso dibattito sui D.M. 482/2008 e 483/2008 ci appassiona ma, allo stesso tempo, crea in noi un senso di grande disagio e di frustrazione.

Pensavamo che fosse emanato anche il decreto sui nuovi ordinamenti didattici dell’Accademia Nazionale di Danza, relativamente ai corsi di studio per il conseguimento del Diploma Accademico di I livello, confortati in questo anche dalle indicazioni avute durante gli incontri con i dirigenti dell’AFAM.

E’ umiliante constatare che la regolamentazione attinente alla formazione di figure professionali nel campo della danza sia, ancora una volta, disattesa. La definizione degli ordinamenti didattici dei corsi triennali dell’Accademia Nazionale di Danza sarebbe un primo passo verso l’acquisizione della pari dignità tra le arti e le medesime opportunità per gli studenti e i diplomati di tutte le istituzioni AFAM.

Semplice ritardo, dimenticanza o la danza non esiste?”

Maria Grazia Grosso
Presidente ANDDICOR

Non posso che concordare pienamente. La grande tradizione artistica italiana va sostenuta, è il nostro più grande patrimonio… L’arte muore, e rischia di morire anche la danza. Come il cigno di questo splendido video, che vi propongo per rifarci dell’amarezza ammirando la sublime Maya Plisetskaya, grande e immortale icona della danza, e a mo’ di simbolo di quanto sta accadendo… E ascoltiamoci anche questo fantastico Saint Saëns… (ATTENZIONE, se mentre lo guardate provate a cliccare nella parte inferiore del video… ci sono delle belle sorprese!). (E’ un video registrato al teatro Bolshoi di Mosca nel 1975, con la coreografia del grandissimo Mikhail Fokine)

a0rUo8Ah_io

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Dic 092007
 

E’ stata appena istituita l’ANDDICOR, l’Associazione dei docenti in discipline coreutiche diplomati presso l’Accademia Nazionale di Danza in Roma.

L’Associazione non ha fini di lucro, e rappresenta e tutela la specificità professionale dei docenti che hanno conseguito il Diploma Accademico di II livello in Discipline Coreutiche (Danza Classica e Danza Contemporanea), presso l’organismo nazionale preposto alla formazione nel settore coreutico (Accademia Nazionale di Danza in Roma, Istituto di Alta Cultura, comparto A.F.A.M. Ministero dell’Università e della Ricerca).

L’Associazione, inoltre, s’interessa delle problematiche dei titolati e degli iscritti ai percorsi formativi per il conseguimento dei Diplomi Accademici di I livello, dei Diplomi di Perfezionamento e dei Diplomi di VIII corso rilasciati dall’Accademia Nazionale di Danza; dei Diplomi di VIII corso conseguiti presso le scuole annesse agli Enti Lirici o Fondazioni, nonché dei Diplomi rilasciati da Istituzioni estere ed equiparati a quelli su indicati dai Ministeri competenti in materia d’insegnamento per ogni ordine e grado.

Per capire meglio quali siano i problemi della categoria, pubblichiamo qui un video molto interessante, che contiene l’intervista mandata in onda il 9 dicembre dal TG5 nell’edizione delle ore 13. La giornalista Barbara Palombelli ha intervistato Paola Tenaglia, ballerina e docente di danza, Vicepresidente dell’ANDDICOR.

Anche i diplomati di danza hanno infatti problemi molto simili a quelli dei musicisti e delle Accademie di belle arti. In particolare, sollecitano l’urgente introduzione dei Licei Coreutici e dei Licei Musicali. come previsto dalla Legge 53/2003 (riforma Moratti).

Per contatti, scrivere a questo indirizzo: info@anddicor.it – sito internet http://www.anddicor.it

[display_podcast]

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!