Gen 242012
 

In merito alle dichiarazioni rese dal Ministro Ornaghi, con un’intervista pubblicata dal Corriere della Sera, il Presidente del MiTo, Micheli attraverso una lettera allo stesso giornale ha tenuto a precisare che “Quello degli sprechi, disciplina quest’ultima in cui il nostro Paese detiene certo alcune medaglie olimpiche, rappresenta l’aspetto più vistoso dell’arretratezza del sistema lirico nazionale”. Micheli ha anche scritto della necessità di “una profonda riflessione sul modello gestionale dei nostri teatri, fermi a schemi operativi di centocinquant’anni fa”.

“Non vedo altra soluzione – continua – se non la creazione di un nuovo modello di gestione adeguato ai tempi che tenga conto del mutamento intervenuto nel pubblico. Un pubblico più giovane, più variegato che utilizza strumenti tecnologici di avanguardia”.

In conclusione, “Il ministro lancia un segnale forte e chiaro che mi auguro venga accolto dagli operatori del settore con proposte nuove, tempestive e concrete, a immagine e somiglianza di quanto è già stato fatto in altri importanti teatri lirici”.

Set 062008
 

Fedele ConfalonieriMusica, master per Fedele Confalonieri: nuovo prestigioso riconoscimento

Dopo il diploma in pianoforte, il Presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, si è aggiudicato anche il master in pianoforte, rilasciato dall’Accademia Pianistica di Imola. Il conferimento è avvenuto nel corso della “Maratona Pianistica” al teatro Manzoni di Milano, nell’ambito del festival “Mito”, frutto del gemellaggio del capoluogo lombardo con quello piemontese.

“E’ una grande iniziativa, che mette insieme tanti generi diversi e, grazie ai modici prezzi o addirittura ai concerti gratis, invita tutte le persone ad ascoltare e amare la musica”, ha detto Confalonieri a proposito della rassegna musicale, giunta quest’anno alla seconda edizione.

Bene, commentiamo e ringraziamo noi! Speriamo che la autorevole voce di Confalonieri,  tanto vicino al Presidente del Consiglio, venga ascoltata dal governo… La musica nel nostro paese ha veramente bisogno di un difensore (e di uno sponsor) come lui…

All’evento, che ha avuto come presentatore d’eccezione lo stesso presidente di Mediaset, hanno partecipato anche alcuni degli studenti dell’accademia romagnola, tutti pianisti debuttanti. “Sono ragazzi meravigliosi”, ha detto Confalonieri che, rivolto al fondatore dell’accademia ha aggiunto: “Il maestro Franco Scala è uno di quei miracoli italiani, una di quelle belle sorprese che, insieme a quella punta di eccellenza che è l’accademia di Imola, fanno sentire l’orgoglio di appartenere a questo Paese”. Scarica qui il comunicato stampa originale del Festival “Mito”, con tutti i particolari della “maratona pianistica” del 3 settembre 2008.

Confalonieri, la cui passione per la musica è nota da tempo (oltre al diploma in pianoforte, è stato anche membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Teatro alla Scala), dopo aver ricordato che il suo rapporto con il pianoforte “è antico”, ha sottolineato come, tra i brani eseguiti al Manzoni, ami in mondo particolare la “Sonata al Chiaro di Luna” di Beethoven, “che ho portato al V di Pianoforte”.

“Suono tutti i giorni un’ora alla mattina, è un’ottima ginnastica anche mentale”, ha detto. Il presidente di Mediaset ritiene inoltre che la musica debba essere “amata anche nelle scuole. Va bene l’inglese e l’informatica – ha spiegato – ma ci vuole anche la musica, perché in inglese fluente si possono dire anche delle cavolate, in musica invece no”.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.