Nov 232011
 

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 < ![endif]--> < ![endif]--> < ![endif]-->Anche la stagione concertistica dell’A.M.A. Calabria, rischia di chiudere per la decisione dell’amministrazione comunale di Lamezia Terme di interrompere il sostegno dato negli ultimi 32 anni all’associazione che, anche in questo periodo di crisi settoriale ha continuato nella propria attività culturale. La decisione parrebbe incomprensibile, dato che a differenza della grande maggioranza dei comuni italiani, quello di Lamezia Terme non aveva previsto tagli nel bilancio del 2011.

“Messo da parte il regolamento sulle attività culturali, nato in maniera illegittima tanto da dover essere successivamente revocato dalla Giunta per essere, poi, modificato e approvato dal Consiglio Comunale lo scorso maggio, l’affidamento delle attività culturali in città è avvenuto intuitu persone senza alcuna selezione o criterio oggettivo.

L’Amministrazione Comunale rischia, così, di fare morire un’ esperienza culturale, che nata e sviluppatasi in un contesto difficile grazie al suo determinante sostegno, è riuscita, con l’apporto dei soci e del pubblico e la collaborazione di autorevolissimi musicisti, a divenire una delle più interessanti iniziative del settore nel mezzogiorno d’Italia.

A.M.A. Calabria, associazione riconosciuta della personalità giuridica di diritto privato ed in possesso della certificazione di qualità ISO 9001, da oltre 30 anni, ininterrottamente, svolge un’intensa attività di promozione della cultura musicale su tutto il territorio regionale.

Le stagioni concertistiche hanno ospitato, tra gli altri, artisti come Salvatore Accardo, Jorg Demus, Uto Ughi, Bruno Canino, Antonio Ballista, Katia Ricciarelli, Sergio Fiorentino, Arnoldo Foà, Corraudo Augias, Michele Placido, Milva, Antonella Ruggiero, François Joel Thiollier, Lazar Berman, Franco Rossi, Arturo Bonucci, Alirio Diaz, l’Orchestra Verdi, l’Orchestra di Padova e del Veneto, I Solisti di Zagabria, e tantissimi altri. Alla concertistica si aggiungono i concorsi nazionali ed internazionali che hanno richiamato in Calabria dal 1979 oltre 35000 giovani musicisti provenienti da tutto il mondo. Relativamente agli esiti del concorso pianistico internazionale, negli ultimi anni l’albo d’onore della manifestazione annovera, fra i propri vincitori, artisti ormai consacrati a livello planetario come Giuseppe Andaloro, vincitore del London International Piano Competition di Londra, Iulliana Avdeeva ed Ingrid Fliter, vincitrici del Concorso Internazionale Pianistico “F. Chopin” di Varsavia, Alessio Bax, vincitore del Leeds International Piano Competition di Leeds, Giorgia Tomassi, vincitrice dell’ Arthur Rubinstein International Piano Competition di Tel Aviv, Sergey Kuznetsov, vincitore del Geza Anda International Piano Competition di Zurigo e Alexander Moutouzkine, vincitore del Reine Elisabeth International Piano Competition di Bruxelles.

Sulla base dei risultati acquisiti l’associazione ritiene che il segnale dell’assessore sia sbagliato ed immotivato perché impoverisce l’offerta musicale in Calabria.”

Questo, quanto espresso in una lettera appello a firma di Francescantonio Pollice – direttore artistico – all’Amministrazione Comunale,  affinché riveda la posizione assunta .

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!