Mar 132011
 

L’accademia Nazionale di Santa Cecilia e Telecom Italia, a partire da domani proporranno una nuova iniziativa che avvicinerà gli appassionati di musica classica al mondo dei concerti con una trasmissione in diretta streaming, chiamata PappanoinWeb.

Un ciclo di tre appuntamenti durante il quale si potrà assistere a tutte le fasi della preparazione di un concerto, fino alla sua esecuzione, attraverso il Web.

Collegandosi a http://www.telecomitalia.com/pappanoinweb è già possibile, infatti, seguire le interviste ai protagonisti degli eventi dei prossimi giorni, che avranno tutti per protagonista il Maestro Pappano.

I tre concerti previsti potranno essere seguiti on line gratuitamente sia in live streaming, che, successivamente, in videocast, e durante la diretta sarà possibile interagire con l’Accademia di Santa Cecilia, che, mediante un live blog, risponderà a tutte le domande e alle ciriosità degli ascoltatori. L’iniziativa è la prima in assoluto di questo genere approntata in Italia, alla quale si spera possano seguirne delle altre.

Questo il programma:

Domani, Lunedì 14 marzo ore 21:
L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Antonio Pappano direttore
Boris Berezovsky pianoforte

Verdi Aida: Sinfonia
Liszt Concerto per pianoforte n. 1
Mahler Sinfonia n.1 “Il Titano”

Mercoledì 16 marzo ore 20.30:
Antonio Pappano pianoforte
Luigi Piovano violoncello

Cirri Sonata in sol maggiore op. 7 n. 6
Beethoven Sonata in sol minore op. 5 n. 2
Martucci Due Romanze op. 72
Brahms Sonata n. 1 in mi minore op. 38

Venerdì 16 settembre ore 21
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Antonio Pappano direttore
Denis Matsuev pianoforte
Puccini Preludio Sinfonico
Rachmaninoff Concerto per pianoforte n. 2
Cajkovskij Sinfonia n. 6 “Patetica”

Set 092008
 

Il Logo del sito del COnservatorio di Milano, http://www.consmi.itUn invito all’Opera! Di altissimo livello, e… gratis!

Il Conservatorio di Milano  mette in scena per sabato 13 settembre 2008 l’intera opera “La Bohème”, con orchestra completa, costumi, scene, e… tutto il grande talento dei docenti e degli artisti formati in quel Conservatorio! Un’occasione eccezionale per godersi la meravigliosa Sala Verdi e l’opera pucciniana forse più amata da sempre. Ma affrettatevi: l’ingresso sarà libero fino all’esaurimento dei posti…  la Sala Verdi è molto capiente, ma sarà bene arrivare per tempo, vista l’eccezionalità e la grande qualità artistica di questo straordinario evento. Io ci sarò, chi abita nel nord non può farsi sfuggire questa occasione! Ecco il programma di sala: 

Il logo del Conservatorio di Milano

Celebrazioni Pucciniane 2008

Sabato 13 settembre 2008, ore 20.30

Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano,  SALA VERDI

Via Conservatorio,12

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

GIACOMO PUCCINI

L A   B O H È M E

Opera in quattro quadri

 Libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

 Nuovo allestimento a cura del

LABORATORIO OPERA-STUDIO DEL CONSERVATORIO  “G. VERDI” DI MILANO

Docenti: Daniele Agiman, Demetrio Colaci, Laura Cosso, Umberto Finazzi

 Personaggi ed interpreti

Mimì    soprano                                              Irina Kapanadze

Musetta   soprano                                          Ira Iosebidze

Rodolfo, poeta   tenore                                  Giuseppe Bellanca

Marcello, pittore   baritono                            Jun Hyuck Jin

Schaunard, musicista  baritono                       Juan José Micheletti

Colline, filosofo  basso                                    Jin Hwan Hyun

Benoît, padrone di casa   basso                      Clément Dionet

Alcindoro, consigliere di stato  basso              Marco Andreetti

Attore                                                            Marco Andreetti

 

Altri partecipanti al Laboratorio e alla produzione

Pedro Carrillo, Alicia Delzers, Matteo Falcier, Eun Young Hong, Asuka Murakami,
Yuko Sakaguchi, Andrea Tabili

Direttore d’orchestra           Pasquale Corrado / Marco Bellasi

Regia                                     Laura Cosso

Supervisione musicale          Daniele Agiman, Demetrio Colaci, Umberto Finazzi

Maestro collaboratore         Pierre-Luc Landais

Scene                                     Massimo Voghera

Costumi                                 Enrica Campi

Luci                                        Ferdinando Morra

Realizzazione scenica           Hong Sang-Hee

 

ORCHESTRA UECO

Per informazioni: Ufficio Produzione del Conservatorio “G. Verdi”

Via Conservatorio 12 – 20122 Milano, tel. +39/02/762110214 – fax +39/02/76014814 e-mail: produzione@consmilano.it –  www.consmilano.itContinua a leggere…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Lug 042008
 

IMPSPCari amici, oggi vi do una bella notizia e vi segnalo un sito davvero utile. Si tratta di una biblioteca di spartiti musicali di pubblico dominio, che trovate al link http://imslp.org/wiki/Pagina_principale.  E’ l’International Music Score Library Project (IMSLP), che sta creando una biblioteca virtuale di tutti gli spartiti musicali di pubblico dominio, con l’obiettivo di dare accesso gratuito a spartiti e testi di musica. Il sito dichiara di ospitare, in questo momento, ben 10.217 opere e 17.285 spartiti.

Il sito, che aveva chiuso i battenti per la minaccia di una causa internazionale sul copyright, ha appena ripreso le pubblicazioni.

L’art de toucher le clavecin, di François CouperinIl progetto contiene anche una bella sezione dedicata ai libri (purtroppo nessuno in italiano…), dove è possibile trovare alcune chicche, quali “L’art de toucher le clavecin” di François Couperin, addirittura in copia anastatica dell’edizione originale del 1716!

Da notare l’imponente sezione dedicata a Johann Sebastian Bach, grazie alla pubblicazione di moltissime opere bachiane edite dalla Bach-Gesellschaft Ausgabe (1851-1899), l’edizione delle opere complete di Bach, apparsa fino, appunto, al 1899, e quindi di pubblico dominio.

Poiché questo sito, i cui server risiedono in Canada, dichiara di seguire le leggi per il diritto d’autore vigenti in quel paese, potete trovare anche dei brani che nel nostro paese sono ancora coperti da diritto d’autore. Date un’occhiata a questa pagina: http://imslp.org/wiki/Public_domain per capire meglio il problema della diversità delle leggi sul diritto d’autore nei diversi paesi. Sarà interessante notare come in Canadà il diritto di un autore sulle sue opere scada 50 anni dopo la sua morte (e non 70, come avviene in Italia, in Europa, e diversi altri paesi); la legislazione negli Stati Uniti è ancora diversa: il copyright si applica per 95 anni a partire dalla data della prima pubblicazione dell’opera (quindi, in questo momento, dal 1923), indipendentemente dalla data di morte dell’autore.

Capirete che i problemi sui copyright delle opere sono ben complessi, vista la legislazione differente. E infatti questo sito ha avuto i suoi bravi problemi, è sparito dal web per un bel po’, e ora è riapparso, ma con il problema che alcune opere, pur a catalogo, non sono ancora disponibili, in quanto il riconoscimento dello status di opera di pubblico dominio è ancora in corso.

Indubbiamente Internet sta rimescolando le carte della legislazione internazionale, visto che consente a chiunque di attraversare tutte le frontiere con un click… siamo agli albori di una grande rivoluzione nella cultura, davvero…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!