Mar 262012
 

Sarà celebrata quest’anno a Roma domani 27 marzo, La Giornata Mondiale del Teatro presso il teatro Quirinetta, che dalle ore 21,00 e ad ingresso gratuito, ospiterà una serata dal titolo “Teatro per il Teatro” con protagonisti spettatori e insieme interpreti.  Anna Proclemer leggerà il messaggio celebrativo della Giornata, tradotto in 20 lingue e letto in contemporanea in molti teatri nel mondo. Il messaggio di quest’anno è stato scritto dall’ attore statunitense John Malkovich. Nell’occasione verrà presentata l’ iniziativa culturale “Il Teatro ha preso il volo”, ideata da Pino Pietrolucci in collaborazione con Alitalia e Rai Cinema. Dal 1 aprile, la compagnia di bandiera inserirà nell’ offerta di intrattenimento di tutti i voli a lunga percorrenza, accanto alla sezione cinema, una dedicata al teatro.

L’ iniziativa partirà con due commedie di e con Eduardo De Filippo: Filumena Marturano e Natale in casa Cupiello, con sottotitoli in inglese.

Il 27 marzo al Quirinetta, I solisti dell’ orchestra Monteverdi (un sestetto d’ archi e flauto) si esibiranno in un programma che prevede
con le Quattro Stagioni e molto altro ancora. Sara Sammartino e la sua piccola compagnia “Sangue Giusto”, che opera anche nel carcere femminile di Civitavecchia, daranno alcuni assaggi del loro lavoro. Ci saranno poi gruppi di flamenco e di tip-tap che faranno da contrappunto a interventi poetici.

Sempre il 27 marzo, anche il Teatro Argentina celebrerà la Giornata offrendo i biglietti per lo spettacolo serale con il 50% di sconto e aprendo le porte a visite guidate. Poste Italiane parteciperà dai foyer dell’ Argentina, del Quirino e del Quirinetta, dove sarà a disposizione un servizio volante di annullo filatelico speciale dedicato alla serata, sul francobollo commemorativo emesso in occasione della Giornata del 2011.

Hanno aderito alle celebrazioni anche alcune scuole romane con eventi a tema pensati per la ricorrenza. Infine, nel pomeriggio del 27 marzo, alle ore 18,00 presso il nuovo spazio culturale di MassenzioArte, in via Palermo 28, sarà inaugurato l’ evento “Smile portaci un sorriso!” con esibizione di artisti a sorpresa, organizzato da Music Theatre International.

Mar 082012
 

Yulia Berinskaya e Stefano Ligoratti in concertoDomenica 11 marzo, a Varese, alle 17,00 primo appuntamento della stagione di “Musica e Poesia alla Chiesa di Loreto”, manifestazione giunta ormai alla “XIV Stagione, con il concerto “Violin in Blue”, con la violinista Yulia Berinskaya e il pianista Stefano Ligoratti.

Ingresso libero

ProgrammaViolin in Blue”, tutto di musica francese, dedicato a C. Debussy, in occasione del 150 anniversario della nascita

concerto Berinskaya Ligoratti Violin in Blue Varese

César Franck (1822-1890)
Sonata per violino e pianoforte in la maggiore

Jules Massenet (1842-1912)
dall’Opera Thaïs


  • Méditation de Thaïs


Claude Debussy (1862-1918)
Sonata per violino e pianoforte


  • Allegro vivo



  • Intermède Fantasque et léger



  • Finale Très animé


Claude Debussy (1862-1918) – Grigoraş Dinicu (1889-1948)


  • Clair de lune


Pablo de Sarasate (1844-1908) – Georges Bizet (1838-1875)


  • Fantasia sulla Carmen


Violin in BlueIl concerto presenta dal vivo i brani incisi dai due artisti nel CD “Violin in Blue”, pubblicato dalla nostra etichetta nel 2011, di cui potete trovare tutti i particolari, compresi i curricula dettagliati degli artisti, a questo link: http://lnx.classicaviva.com/catalog/product_info.php?cPath=47&products_id=410

Trovate qui una interessante recensione di questo recital: http://concerti.classicaviva.com/2011/02/una-serata-particolare-recensione-del-concerto-violin-in-blue/

I concerti della stagione “Musica e Poesia alla Chiesa di Loreto”, voluti da Don Amilcare Manara, parroco dell’Unità pastorale di Cartabbia – Capolago”, grazie anche al notevole concorso di pubblico, costituiscono ormai un classico appuntamento del pomeriggio domenicale con la musica da camera eseguita da artisti eccellenti.

Anche la chiesa della Santa Vergine di Loreto, un importante sito storico-artistico-rinascimentale ricco di pregevoli affreschi, fornisce a questi concerti un ambiente perfetto per godere a pieno della grande musica.

INFORMAZIONI 0332/284720 http://www.pisteuo.it. Con la collaborazione del Comune di Varese e della Fondazione Magnoni

Ott 192011
 

Festival Recco in musicaDal Gruppo Promozione Musicale “Golfo Paradiso” riceviamo e volentieri pubblichiamo

Riparte, domenica 23 ottobre 2011, alle ore 17, il Festival Recco in Musica, che da anni, in autunno, il Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso organizza con il contributo del Comune di Recco. Quest’anno il Festival si svolgerà nella bella Sala dei Cavalieri, sopra il ristorante Ö Vittorio, gentilmente messa a disposizione dai Gianni e Vittorio Bisso. In questa elegante e accogliente location si svolgeranno i quattro concerti in cartellone, che avranno come denominatore comune il pianoforte nel suo ruolo di strumento “da camera”: verrà proposto impegnato con il violino, con il clarinetto, con il violoncello e in duo pianistico; una varietà di proposte e di programmi che avranno modo di stimolare e soddisfare l’interesse di un vasto pubblico.

Il primo appuntamento, domenica 23, alle 17, vede protagonisti due giovani affermati musicisti: la violinista russa Yulia Berinskaya e Stefano Ligoratti al pianoforte.

Yulia Berinskaya, grazie al suo precocissimo talento, ha La violinista Yulia Berinskayafrequentato dai 5 ai 18 anni le più prestigiose scuole dell’ex Unione Sovietica, laureandosi nel 1992 con lode presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca; perfezionatasi presso la Hochschule fur Music di Vienna, nel 1993 si è trasferita in Italia vincendo la borsa di studio della Fondazione “Romanini” di Brescia. Il suo nome è presente in diversi cartelloni in tutta Italia, ma anche in Olanda, Svizzera, Germania, Francia, ex Jugoslavia, USA, Russia, Israele. Con un ampio repertorio violinistico si è esibita in qualità di ospite di diverse orchestre, quali l’Orchestra “Amadeus” di Mosca, l’Orchestra Statale di Voroshilovgrad, la Filarmonica di Sverdlosk, l’Accademia Europea di Milano, l’Orchestra Amleto del Monferrato Festival. Ha preso parte a importanti festival internazionali ed è stata Primo violino di Spalla con le orchestre di maggior prestigio: Teatro San Carlo di Napoli, la Fenice di Venezia, J. Haydn di Bolzano, G. Verdi di Milano, in collaborazione con la Scala e Milano Classica; all’estero ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica di Lubiana e l’Orchestra del Tiroler Festival di Erl (Austria). Già docente, in collaborazione con P. Vernikov, presso l’Accademia di Alto Perfezionamento Violinistico “S. Cecilia” di Portogruaro, nel 2001 ha fondato la scuola di Alto Perfezionamento di violino presso la Nuova Scuola di Musica di Cantù e nel 2005 ha aperto una Master class in collaborazione con la Scuola di Musica ed Arti Classiche a Mendrisio (Svizzera); dal 2009 è fondatrice e titolare della classe di violino presso la “Milano Music Masterschool”. E’ membro di giuria di Concorsi internazionali di violino quali “Michelangelo Abbado” di Milano e “A. Curci” di Napoli. Ha inciso per le etichette discografiche: Koch Records (Germania), Gramsapis e ArtClassics (Russia), SonArt Studio, Suonare News, ClassicaViva (Italia).

Il pianista Stefano LigorattiStefano Ligoratti, milanese, è veramente un musicista a 360 gradi: è stato uno dei più brillanti allievi del Conservatorio G. Verdi, all’interno del quale ha svolto la sua intera formazione; nonostante l’età (25 anni !) è diplomato a pieni voti in pianoforte (sia nel Triennio che nel Biennio), in Organo, Clavicembalo, Direzione d’orchestra e Composizione; ha vinto diversi premi in Concorsi nazionali e internazionali, tra cui il concorso di Castrocaro per l'”XI Rassegna dei migliori diplomati 2006″ e il prestigioso concorso pianistico europeo “Mario Fiorentini” di La Spezia. Ha affiancato gli studi ad una intensa attività concertistica, esibendosi per importanti enti sia in Italia che all’estero, nelle vesti di solista, camerista (sia come pianista, che come organista e clavicembalista) e Direttore d’Orchestra. Direttore artistico del Network musicale “ClassicaViva“, per la quale incide in esclusiva, si è esibito con grande successo alla guida dell’omonima orchestra, da lui fondata nel 2005, spesso nella duplice veste di pianista solista e Direttore. Con la violinista Yulia Berinskaya ha inciso nel 2010 “Violin in Blue“.

Il programma proposto dai due musicisti è davvero accattivante: la bellissima Sonata in La maggiore di C. Franck, la Suite Populaire Espagnole di M. De Falla, il Clair de lune di C. Debussy (nella trascrizione di G. Dinicu),  la Méditation de Thaïs di Massenet, per chiudere con la Tzigane di M. Ravel: tutti brani di grande intensità, fascino e virtuosismo.

Il calendario del festival proseguirà domenica 6 novembre con Carlo Franceschi, clarinetto, e Federico Rovini, pianoforte, con un programma dedicato a musiche di Gade, Brahms, Rota e Weber; domenica 27 novembre sarà la volta del duo pianistico formato da Giuliano Cucco e Giuliano Bellorini che suoneranno brani di Diabelli e Mozart; l’ultimo appuntamento sarà tenuto da Riccardo Zorzet, violoncello, e Anna Helga Pisapia, pianoforte, con brani di Schumann e Brahms.

Ovviamente la musica è protagonista del festival, ma ne sarà parte integrante anche il momento “dopo concerto”: sarà infatti possibile fermarsi a cena con musicisti ed organizzatori, da Ö Vittorio, a prezzo promozionale, e prolungare a tavola il piacere del pomeriggio musicale, gustando insieme i piatti della cucina di uno dei più antichi e prestigiosi ristoranti liguri.

Ingresso ai concerti: € 8 – Info: 0185 771159 – 0185 770703 – 338 6026821 http://www.gpmusica.info

Gen 142011
 

La cover del CD

Il 22 dicembre, negli studi di Radio Classica, nella trasmissione giornaliera “Ultimo grido”, condotta da Luca Ciammarughi, ospite la sottoscritta, abbiamo presentato l’ultimo CD prodotto dalla nostra Casa discografica “ClassicaViva“. Pubblichiamo qui il podcast integrale.

[display_podcast]

Si tratta di “Violin in Blue”, dedicato alla musica da camera francese, interpretato dalla celebre violinista e didatta Yulia Berinskaya e dal pianista Stefano Ligoratti, che è anche il Direttore Artistico del nostro network. E’ andata in onda integralmente – e potete naturalmente ascoltarla nel podcast qui sopra – la Sonata di César Franck, il pilastro su cui si basa questo CD. Sono stati proposti tutti e quattro i movimenti, e precisamente:

  • Allegretto moderato
  • Allegro
  • Recitativo-Fantasia
  • Allegretto poco mosso
  • dal 60° minuto in poi, è possibile ascoltare anche la “Fantasia sulla Carmen”, di P. De Sarasate-Bizet

Potete qui sfogliare l’intero booklet del CD online:

ClassicaViva – Booklet CD Violin in Blue – Yulia Berinskaya, violin, Stefano Ligoratti, piano by ClassicaViva on Scribd

L'ultima di copertina del CD

Insieme a me, era ospite in studio il Maestro Stefano Ligoratti, ed è stata intervistata telefonicamente Yulia Berinskaya. Si è parlato diffusamente della genesi di questo CD: ho raccontanto con un certo orgoglio di come l’idea sia stata mia, e di come io abbia proposto agli artisti di registrare la Sonata di Franck, dopo averli ascoltati in un concerto dal vivo la scorsa primavera. Si è trattato, per me, del coronamento di un sogno, del raggiungimento di un obiettivo artistico che, data la mia inesausta passione per Franck, rappresenta davvero un risultato molto importante.Luca ha ammirato il risultato artistico, davvero entusiasmante, dovuto anche al confronto e alla fusione tra due scuole musicali e due personalità artistiche diverse, che hanno però trovato un profondo accordo, pur partendo da idee inizialmente non del tutto omogenee.

Yulia ha raccontato la sua idea del titolo del CD: associare, cioè, la musica a un colore.  Il titolo “Violin in Blue” cita esplicitamente un altro CD di Yulia Berinskaya, “Violin in Red”, contenente la registrazione di un recital dal vivo,  uscito nell’aprile  2010 per le Edizioni Suonare News, in allegato alla rivista. Ma mentre “Violin in Red” contiene registrazioni “live”, in cui viene colto con vivace immediatezza lo straordinario talento violinistico di Yulia Berinskaya, che si esibiva con il pianista Andrea Rebaudengo, questo “Violin in Blue” è stato registrato negli studi di ClassicaViva, con Stefano Ligoratti impegnato nella duplice veste di virtuoso pianista e di raffinato tecnico del suono.

Continua a leggere…

Mar 112010
 

Locandina del concerto di Milano dell'11 marzo 2010Splendido concerto a Milano, questa sera alle ore 21. Il Teatro è in perifieria, quindi comodamente accessibile. Si tratta del Politeatro, in Viale Lucania, 18.

E’ occasione di ascoltare due grandi artisti in duo, con un magnifico programma:

  • J. Brahms: Scherzo dalla Sonata F.A.E.
  • L. V. Beethoven: Sonata n. 5 in Fa magg. “Primavera”
  • Musiche da film di autori vari
  • C. Debussy: Sonata
  • P. de Sarasate: Carmen fantasy

Yulia Berinskaya è stata avviata allo studio del violino dal padre, il noto compositore moscovita Sergei Berinsky.
All’età di cinque anni è entrata nella Scuola Musicale Gnessin e ha proseguito gli studi presso la prestigiosa Scuola Speciale Centrale musicale di Mosca con E. Tchugaeva.
Nel 1992 ha ottenuto la laurea in violino con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, sotto la guida di V. Tretiakov. Sempre nel 1992 frequenta i corsi di perfezionamento presso la Hochschule fur Music di Vienna con D. Schwartzberg ed E. Tchugaeva.
Nel 1993 si è trasferita in Italia, vincendo la borsa di studio della Fondazione “Romanini” di Brescia. Nello stesso anno ha vinto con il quartetto “Julia” il premio come migliore formazione da camera al Concorso Internazionale di Musica “Citta di Stresa”.
Dal 1994 al 2003 è docente, in collaborazione con P.Vernikov, presso l’Accademia di Alto Perfezionamento Violinistico “S. Cecilia”di Portogruaro. Ha tenuto master class di violino a Maccagno, Cividale del Friuli, Cremona, Budapest. Nel 2001 ha fondato la scuola di Alto Perfezionamento di violino presso la Nuova Scuola di Musica di Cantù. Successivamente, nell’autunno 2005, ha aperto un Master class in collaborazione con la Scuola di Musica ed Arti Classiche a Mendrisio (Svizzera). Si esibisce in recital, sia in duo con pianoforte, sia in formazioni strumentali, in Svizzera, Germania, Francia, ex Jugoslavia, Italia, U.S.A., Russia, Israele.La violinista Yulia Berinskaya
Come solista è stata ospite di orchestre internazionali di grande prestigio, quali l’Orchestra “Amadeus” di Mosca, l’Orchestra Statale di Voroshilovgrad, la Filarmonica di Sverdlosk, Accademia Europea di Milano, ha preso parte a molti festival internazionali quali Pec (Ungheria), Portogruaro, Maccagno, Pergine (Italia), Schleswing-Holstein (Germania), Tiroler Festival di Erl (Austria), Rovin (Croazia), Autunno Musicale Moscovita (Russia), Val Tidone Festival(Italia), Canetti International Festival, ha svolto il ruolo di Primo violino con le orchestre G. Verdi di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, la Fenice di Venezia e J. Haydn di Bolzano. All’estero ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica di Lubiana e l’Orchestra del Tiroler Festival di Erl  Austria).
Ha inciso per le etichette discografiche: Koch Records (Germania), Gramsapis e Melodia (Russia).
E’ membro di giuria di Concorsi internazionali di violino quali “Michelangelo Abbado” di Milano e “A. Curci” di Napoli.

il pianista Stefano LigorattiStefano Ligoratti  è un giovane e poliedrico concertista di successo, che stasera potremo ascoltare nella sua veste di pianista di musica da camera. Direttore artistico del nostro network musicale “ClassicaViva”, potrete trovare ogni dettaglio su di lui a questo link: http://www.classicaviva.com/stefanoligoratti.htm

Qui la rassegna stampa su di lui: http://www.classicaviva.com/dicono_di_StefanoLigoratti.htm

Nov 232008
 

T E AT R O C O M U N A L E D I C A S A L P U S T E R L E N G O Marco Laganà, pianista. Si è diplomato in pianoforte col massimo dei voti al Conservatorio di Bologna. Si è perfezionato con Franco Scala, Oxana Yablonskaya, Luigi Mostacci, Paolo Bordoni, Pier Narciso Masi e Bruno Bizzarri. E’ stato premiato in diversi concorsi nazionali e internazionali. Ha tenuto concerti come solista e in diverse formazioni cameristiche. Oltre che in varie città d’Italia, ha suonato in Romania, Germania, Russia, Spagna e Kazakhstan. Ha inciso un CD di musiche di Dussek (ediz. Bongiovanni). Insegna pianoforte complementare al Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma. Concerti Aperitivo 2008 2009 DOMENICA 23 NOVEMBRE ore 18.00 e 20.30 Antonella Matarazzo, soprano Si è diplomata in canto con il massimo dei voti nella classe della prof.ssa Cristina Rubin presso il Conservatorio di Como, dove attualmente frequenta il biennio superiore. Si è distinta in concorsi internazionali di canto da camera ricevendo ampi consensi. Si esibisce in qualità di solista sia in ambito operistico, sia in quello cameristico e sacro. Angela Nisi, soprano e musicologa Si è diplomata in canto a Monopoli (BA) con la lode e menzione speciale. Si è laureata con il massimo dei voti e la lode in Storia, Scienze e Tecniche della Musica e dello Spettacolo presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. È vincitrice di numerosi premi internazionali e borse di studio. Raffaella Novel, pianista Si è diplomata con il massimo dei voti al Conservatorio di Trieste e ha conseguito il diploma di alto perfezionamento con Bruno Mezzena. Vincitrice di numerosi concorsi, ha inciso per la RAI in prima esecuzione italiana la Grande Sonata in si bemolle minore di J. Reubke. Il suo primo CD è stato dedicato a musiche di Skriabin e Liszt. Ha inciso la prima Sonata di Ives con il violinista Emanuele Baldini. Ha eseguito il Concerto di Schnittke per il Festival di Portogruaro del 2004 con l’Orchestra del Cremlino diretta da Misha Rachlewsky. Nel 1995 ha vinto il concorso “Seghizzi” con il soprano Francesca Franzil, con la quale, da allora, costituisce uno stabile sodalizio artistico. Accademia di Musica vocale da camera Tra ‘poeti maledetti’ e cabaret Musiche di Duparc, Chausson, Fauré, Debussy, Ravel, Ibert, Poulenc su testi di poeti francesi tra Otto e Novecento A cura dell’Accademia di Musica vocale da camera diretta da Stelia Doz e Guido Salvetti Al termine del suo secondo anno di attività, l’Accademia è in grado di offrire un concerto di musica francese, dove cantanti e pianisti si impegnano con un repertorio di rara e appassionante varietà: dalle melodie ispirate alle raffinatezze galanti dei parnassiani a quelle che si confrontano con le profonde emozioni di Baudelaire; dalle canzoni leggere destinate ai salotti intellettuali a quelle ispirate al mondo scanzonato e surreale dei cabaret e dei cafè-chantant. Marta Tacconi, pianista Nata a Jesi nel 1987, è diplomanda nel corso accademico di pianoforte presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro nella classe del Maestro Bruno Bizzarri. Si è classificata nelle prime tre posizioni in vari Concorsi Nazionali (1996, Camerino; 1998, Osimo; 2003, Ancona). Dal 2006 al 2008 ha perfezionato gli studi presso l’Accademia Pianistica di Recanati sotto la guida di Lorenzo Di Bella. Paola Vianello, pianista Diplomata brillantemente in pianoforte a Padova sotto la guida di G. Lovato, si è segnalata in vari concorsi: all’Accademia di Portogruaro, ai Concorsi ARAM di Roma, a Conegliano, Albenga, Asti, Riviera della Versilia, Moncalieri, Livorno e al Rosetum di Milano. Nel 2003, in duo con il soprano Barbara Vignudelli, ha vinto il 1° premio al Concorso Liederistico Internazionale di Brescia. Svolge intensa attività concertistica nel repertorio cameristico. ore 18.00 presentazione del libro e del CD sulla musica francese e del corso 2008-2009 sui Lieder di Brahms L’occasione è preziosa per presentare il libro che, su questi argomenti, è stato edito dal Teatro Comunale di Casalpusterlengo in collaborazione con le Edizioni ETS di Pisa: Tra ‘poeti maledetti’ e cabaret, a cura di Guido Salvetti La pubblicazione è corredata da un CD, registrato nel giugno 2008 da cantanti e pianisti del Corso. Nell’occasione verrà anche pubblicamente presentato il corso che l’Accademia, tra il 6 dicembre 2008 e il 9 maggio 2009, dedicherà all’interpretazione dei Lieder di Johannes Brahms (iscrizioni entro il 5 dicembre). D I R E Z I O N E A R T I S T I C A GUIDO SALVETTI Barbara Vignudelli, soprano Bolognese, ha conseguito il diploma accademico di secondo livello in Canto e in Musica vocale da camera con la lode e menzione speciale presso il Conservatorio di Milano nella classe di Stelia Doz. Vincitrice di numerosi concorsi da camera (“Seghizzi” di Gorizia 1999, Conegliano 2001, Brescia 2003), svolge intensa attività concertistica in un repertorio che spazia dalla musica antica alla musica contemporanea. Ha inciso per BMG Ricordi, Edizioni S.Paolo, Multipromo, Bongiovanni, Diapason Music e Tactus. ore 18.30 prima parte del Concerto Angela Nisi – Luca Ciammarughi Ernest Chausson, «Sept mélodies» op. 2: Nanny, Le Charme, Les Papillons, La dernière feuille, Sérénade Italienne, Hébé, Le Colibri Francesca Franzil – Raffaella Novel Claude Debussy, La Mort des Amants Henri Duparc, La vie antérieure, Élégie, Chanson Triste Antonella Matarazzo – Marco Laganà Claude Debussy, Le Jet d’eau, Chevaux de bois Gabriel Fauré, Mandoline Francis Poulenc, «Deux Poèmes d’Aragon»: “C”, Fêtes galantes Joo-Taek Kim – Marta Tacconi «Chansons gaillardes»: La maîtresse volage, Chanson à boire, Madrigale, Invocation aux Parquet, Couplets bachiques, L’offrandre, La belle jeunesse, Sérénade Sabina Belei, pianista Si diploma in pianoforte con il massimo dei voti al Conservatorio di Perugia dove, successivamente, consegue con il massimo dei voti e la lode il diploma accademico di secondo livello in Musica da camera con pianoforte. Collabora attivamente con cantanti e strumentisti di varie estrazioni musicali con i quali effettua concerti in Germania, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Polonia, Francia. Collabora in duo con il soprano Myung-Jae Kho, particolarmente nel repertorio liederistico e da camera. Insegna pianoforte presso la Scuola Comunale di Musica di Foligno. Gianfranco Cerreto, tenore Si è diplomato brillantemente in canto presso il Conservatorio di Alessandria. Numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Debutto nella parte di Lysander in A midsummer night’s dream di B. Britten presso i teatri di Pisa, Lucca e Livorno. Ha cantato al Mittelfest di Cividale del Friuli in Hin und Zuruck di P. Hindemith. Protagonista de La finta giardiniera di W.A.Mozart presso il Teatro Civico di La Spezia (2005) e de La nave a tre piani di Carlo Boccadoro al Teatro Piccolo Regio di Torino. È Maestro di Cappella della Cattedrale di Alessandria e maestro del coro del Collegio Ghislieri di Pavia. Luca Ciammarughi, pianista e musicologo Si è diplomato al Conservatorio di Milano in Pianoforte, col massimo dei voti e la lode, sotto la guida di Paolo Bordoni e ha conseguito il diploma accademico in Musica vocale da camera con lode e menzione speciale nella classe di Stelia Doz. Dal 2005 è assistente del liederista Dalton Baldwin per i suoi masterclass in Italia e a Nizza. E’ laureando in Lettere e conduce su Radio Classica una trasmissione dedicata alla musica nel cinema. ore 19.30 intervallo a buffet ore 20.30 seconda parte del Concerto Angela Nisi e Barbara Vignudelli – Marco Laganà Ernest Chausson, Réveil – duetto Barbara Vignudelli – Paola Vianello Gabriel Fauré, «Poèmes d’un jour»: Rencontre, Toujours, Adieu Nocturne Francis Poulenc, Sanglots Gianfranco Cerreto – Paola Vianello Claude Debussy, Beau soir Gabriel Fauré, Après un rêve, Clair de lune Henri Duparc, L’invitation au voyage Myung-Jae Kho – Sabina Belei Claude Debussy, Apparition Gabriel Fauré, Notre Amour Francis Poulenc, «La courte paille»: Le sommeil, Quelle aventure!, La reine du coeur, Ba,be, bi, bo, bu, Les anges musiciens, Le carafon, Lune d’avril Francesca Franzil, soprano Si è diplomata in canto al Conservatorio di Trieste. Ha studiato con Giuseppe Taddei e Maria Raina Kabaivanska. Ha vinto numerosi concorsi di canto. Ha approfondito il repertorio antico con Réné Clemencic. Tra le sue partecipazioni a festival e stagioni concertistiche e operistiche, si ricordano in particolare il Requiem tedesco di Brahms al Teatro Bellini di Catania e l’opera Roma di Massenet al festival di Martinafranca. Ha vinto la prima edizione del concorso “Seghizzi” in duo con Raffaella Novel, con la quale, dal 1995, costituisce uno stabile sodalizio artistico. Joo-Taek Kim, baritono È nato a Seul nel 1986. Ha vinto giovanissimo numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali: “Grand Prix 2003” dell’Opera Nazionale Coreana; “J. Aragall 2004” di Sabadell (Barcellona); Concorso-Concerto 2004 di Biotte (Nizza); Concorso Internazionale 2005 di Asti; “Viotti” di Vercelli nel 2006; “Renata Tebaldi” di San Marino nel 2007; Concorso Internazionale di Seul 2008. Nel febbraio 2006 si è esibito assieme al soprano Linda Campanella al Teatro Donizetti di Bergamo con arie tratte da opere mozartiane. Frequenta il Corso di Musica vocale da camera presso il Conservatorio di Milano sotto la guida di Stelia Doz. Myung-Jae Kho, soprano ® con il patrocinio del Comune di Casalpusterlengo Assessorato Cultura Sport e Tempo libero Laureata in canto a Seul, si è successivamente diplomata con il massimo dei voti in Canto e in Musica da camera al Conservatorio di Musica di Perugia, dove attualmente frequenta il corso per il diploma accademico di secondo livello. In ambito operistico ha ricevuto entusiastici apprezzamenti come Despina in Cosi fan tutte, Regina della Notte nel Flauto Magico e Belinda in Didone ed Enea di Purcell. È tra i vincitori del Concorso Internazionale “Città di Orvieto”. Collabora in duo con la pianista Sabina Belei, particolarmente nel repertorio liederistico e da camera. Insegna presso la Scuola Comunale di Orvieto e la Scuola Comunale di Foligno. TEATRO COMUNALE DI CASALPUSTERLENGO – PIAZZA DEL POPOLO 15- TEL. 0377.919024 – WWW.TEATROCOMUNALE-CASALPUSTERLENGO.NET biglietto intero 10 €, ridotto 8 € * *Studenti fino 25 anni, oltre 60 anni, associazioni e gruppi convenzionati

Il 23 novembre 2008, alle ore 18, 30, e poi alle 20,30, presso Il Teatro Comunale di Casalpusterlengo, (link: http://www.teatrocomunale-casalpusterlengo.net/Applicazione/Home.aspx)  si terrà il primo dei Concerti Aperitivo della stagione 2008 2009, intitolato:

Tra ‘poeti maledetti’ e cabaret

Musiche di Duparc, Chausson, Fauré, Debussy, Ravel, Ibert, Poulenc, su testi di poeti francesi tra Otto e Novecento
A cura dell’Accademia di Musica vocale da camera,  diretta da Stelia Doz e Guido Salvetti
Al termine del suo secondo anno di attività, l’Accademia è in grado di offrire un concerto di musica francese, dove cantanti e pianisti si impegnano con un repertorio di rara e appassionante varietà: alle melodie ispirate alle raffinatezze galanti dei parnassiani a quelle che si confrontano con le profonde emozioni di Baudelaire; dalle canzoni leggere destinate ai salotti intellettuali a quelle ispirate al mondo scanzonato e surreale dei cabaret e dei cafè-chantant.

Alle ore 18.00 ci sarà la presentazione del libro e del CD sulla musica francese e del corso 2008-2009 sui Lieder di Brahms

L’occasione è preziosa per presentare il libro che, su questi argomenti,  è stato edito dal Teatro Comunale di Casalpusterlengo in collaborazione con le Edizioni ETS di Pisa: Tra ‘poeti maledetti’  cabaret, a cura di Guido Salvetti. La pubblicazione è corredata da un CD, registrato nel giugno 2008 da cantanti e pianisti del Corso.

Il corso sui Lieder di Brahms a CasalpusterlengoNell’occasione verrà anche presentato il corso che l’Accademia, tra il 6 dicembre 2008 e il 9 maggio 2009, dedicherà all’interpretazione dei Lieder di Johannes Brahms (iscrizioni entro il 5 dicembre). Ecco, qui di seguito, la brochure di questo bel corso:

TEATRO COMUNALE DI CASALPUSTERLENGO di Musica vocale da camera Il duo Doz-Salvetti ha all’attivo la partecipazione congiunta a importanti attività didattiche e concertistiche. Ha recentemente inciso i George-Lieder op. 15 di Arnold Schoenberg, i Cinque Poemi da Baudelaire di Claude Debussy e La canzone dei ricordi di Giuseppe Martucci. Presso l’Accademia di Musica vocale da camera ha tenuto con successo il corso sui Lieder di Schumann nell’anno 2006-2007 e, nel 2007-2008, il corso sulla musica da camera francese tra Otto e Novecento. Stelia Doz, soprano. Vincitrice di concorsi internazionali, tra cui il “Toti Dal Monte” di Treviso e il Concorso di esecuzione musicale di Ginevra, ha cantato in ruoli operistici importanti nei maggiori teatri italiani. Nel repertorio della musica da camera con pianoforte, ha cantato in Liederabende e in concerti con “arie da salotto” e repertorio dell’800 francese. È docente di Musica vocale da camera presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Ha recentemente tenuto importanti masterclass sul repertorio vocal-cameristico europeo presso l’Università di Pusan (Corea), le Hochschulen di Monaco di Baviera, Weimar e Lipsia, e l’École Normale “Alfred Cortot” di Parigi. www.steliadoz.com Guido Salvetti, pianista e musicologo. Come pianista, ha avuto premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali. Ha inciso un vasto repertorio pianistico per la Radio di Lugano. Negli ultimi anni si è dedicato soprattutto alla musica da camera e al repertorio cameristico-vocale. Ha all’attivo varie pubblicazioni su riviste di livello internazionale o in volume, su argomenti che spaziano dal Settecento musicale al Novecento storico. Ha insegnato Storiografia musicale dal 1984 al 1996 presso il corso di Musicologia da lui fondato presso il Conservatorio di Milano. Di questo Conservatorio è stato direttore dal 1996 al 2004. Dal 2006 è presidente della Società Italiana di Musicologia. www.sidm.it http://it.wikipedia.org/wiki/guido_salvetti Accademia Teatro Comunale Casalpusterlengo Piazza del Popolo 15, Casalpusterlengo, (Lo) Tel. 0377.919024 – Fax 0377.918457 Coordinamento generale – Lenz srl ATI www.teatrocomunale-casalpusterlengo.net info@teatrocomunale-casalpusterlengo.net steliadoz@tiscali.it guido.salvetti@fastwebnet.it Accademia di Musica vocale da camera L’Accademia si propone di offrire una specializzazione nel repertorio di musica vocale da camera. A tal fine organizza, anche in collaborazione con Enti e Associazioni, corsi, seminari e incontri in tutte le discipline che possono fornire un approccio culturalmente consapevole alle scelte interpretative. Il teatro si trova nella piazza centrale a 5 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria. In treno Casalpusterlengo dista meno di un’ora da Milano; 15 minuti da Piacenza; 30 minuti da Cremona. Il casello autostradale (uscita Casalpusterlengo) dista 5 km dal teatro. Il tratto tra Milano e Casalpusterlengo è di 38 km; quello tra Piacenza e Casalpusterlengo è di 12 km. I Lieder di Johannes Brahms Corso di interpretazione per cantanti, pianisti e musicologi tenuto da Stelia Doz, soprano e Guido Salvetti, pianista e musicologo DICEMBRE 2008 – MAGGIO 2009 Corso Ammissione Scheda Oggetto di studio sono i Lieder di Brahms. La finalità del corso è di offrire un supporto agli esecutori per la costruzione di un repertorio brahmsiano vario e completo, ugualmente approfondito sul versante del Volkslied come del Kunstlied. Con il coinvolgimento anche di studiosi di storia della musica o di teoria musicale, verranno offerti una contestualizzazione storica di tale repertorio e strumenti pertinenti di analisi. L’ammissione al corso avviene attraverso un’audizionecolloquio, dove i cantanti e i pianisti dovranno presentare almeno 3 Lieder di Brahms. I cantanti e i pianisti che si presenteranno singolarmente avranno modo di trovare il pianista o, rispettivamente, il cantante con cui eseguire i brani prescelti. La commissione si riserva di far eseguire tutto o in parte il programma presentato. I musicologi presenteranno loro pubblicazioni (anche se non ancora edite) o progetti di ricerca. I posti disponibili sono 9 per ogni categoria. Hanno priorità i duo canto-pianoforte già costituiti. Le domande di ammissione all’audizione-colloquio vanno inoltrate entro il 5 dicembre 2008 alla segreteria dell’Accademia agli indirizzi forniti nella controcopertina di questo dépliant. A tal fine potrà essere compilato il format inserito nel sito-web (www.teatrocomunale-casalpusterlengo.net), oppure potranno essere inviati per e-mail, per posta o per fax i dati richiesti dal FAC-SIMILE qui allegato. La data dell’audizione-colloquio è il 6 dicembre alle ore 10. Nello stesso giorno, alle ore 15, verrà tenuta dai docenti la conferenza introduttiva sulle problematiche relative ai Lieder di Brahms. Al termine della conferenza si svolgeranno le prime lezioni anche con la distribuzione del materiale di studio e verrà concordato, con i singoli, il lavoro da svolgere nei futuri incontri. Le proposte di repertorio e le indicazioni bibliografiche saranno inserite nel sito www.teatrocomunale-casalpusterlengo.net a cui gli interessati sono invitati a fare riferimento. Prima dell’audizione-colloquio ogni singolo candidato verserà 30 euro, che per gli ammessi sarà considerato un anticipo sulla quota d’iscrizione. La quota di iscrizione è di 750 euro per gli esecutori singoli (cantanti e pianisti); 600 euro (ognuno) per duo già formati; 250 euro per i musicologi e 100 euro per gli uditori. Il corso è ospitato dal Teatro Comunale di Casalpusterlengo che mette a disposizione: – la sala (300 posti) e il foyer – un fonico e un impianto di registrazione per la documentazione audio – l’organizzazione logistica Ove richiesta, l’organizzazione si attiverà per reperire in loco condizioni favorevoli per il vitto e l’alloggio. E IL M SI CFA Il sottoscritto Nato a Residente a In via Tel e-mail il Di regola le lezioni esecutive si svolgono alla presenza di tutti i corsisti. Sono previste anche lezioni e conferenze a carattere storico e analitico. Possono iscriversi uditori. CHIEDE DI PARTECIPARE ALL’AUDIZIONE-COLLOQUIO del 6 dicembre 2008 per l’ammissione al corso di Interpretazione sui Lieder di Johannes Brahms Le lezioni si terranno dalle ore 10 alle ore 20 nei giorni di sabato 6 dicembre (audizioni: ore 10-12:30) in qualità di: cantante (registro……………………………………….) pianista musicologo auditore per gli esecutori verranno eseguiti i seguenti Lieder (op. n.): 1) ; 2) ; 3) dichiara di conoscere la lingua tedesca: per nulla ad un primo livello a livello medio a livello avanzato 17 gennaio 14 febbraio 7 marzo 4 aprile 9 maggio Al termine del corso sono previsti: – l’organizzazione di un concerto con i migliori corsisti – l’incisione di un CD – la pubblicazione di un libro sui Lieder di Brahms con contributi dei corsisti
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Set 252008
 

Locandina del Concerto del 27 settembre 2008 a Dorno, con Stefano LigorattiQuesta volta vi segnalo (e vi invito anche, visto che è ad ingresso libero…) un concerto, organizzato dal Comune di Dorno (PV), in collaborazione con noi, al quale ovviamente teniamo molto, visto che ClassicaViva ha sede proprio a Dorno…

In scena, il nostro Direttore Artistico, Stefano Ligoratti. Molto spettacolare, come suggerisce il titolo del concerto, il programma…. Ecco qualche particolare:

La prima parte è dominata dal brano di Franz Liszt, forse troppo poco eseguito al pianoforte, “Preludio e Fuga sul nome di B.A.C.H.”. Si tratta della trascrizione pianistica del medesimo pezzo, originariamente concepito da Liszt per l’organo. E’ musica splendida, scintillante, avvincente, che non manca di incantare il pubblico e rende piena giustizia al talento compositivo di Liszt, davvero innovativo e travolgente.
Seguono due famosi studi di Liszt, dagli Studi di Paganini: il primo, denominato “La caccia”, e il secondo, con lo stesso tema oggetto delle famose variazioni di Brahms.
Il primo tempo prosegue con uno splendido e arduo studio di Debussy, e si conclude con due famosissimi studi di Alexander Skrjabin, tra i quali il celeberrimo “Studio Patetico”.

La seconda parte è interamente dedicata alla musica francese di tipo “Impressionistico”, e precisamente ai contemporanei Debussy e Ravel.
Si inizia con la “Sonatine” di Maurice Ravel, pubblicata nel 1905, stupendo e celebre brano solidamente strutturato secondo i parametri classici, e lontano dalla poetica impressionista e simbolista, articolato nei tempi “Modéré (doux et expressif)” – “Mouvement de menuet” – “Animé”.
A Ravel segue poi, con improvviso cambiamento di atmosfera, il “Clair de lune”, tratto dalla “Suite Bergamasque”, un’opera del 1905, forse il brano più conosciuto di Claude Debussy.
Il brano che chiude il concerto, la Suite “Pour le piano”, pubblicata nel 1901, e articolata nei movimenti “Prélude, “Sarabande”, “Toccata”, rappresenta uno dei brani più virtuosistici dell’intero repertorio di Debussy.
(scaricare qui il programma di sala in pdf, da stampare fronte/retro e piegare in due:  )

Continua a leggere…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Set 242008
 

Il nuovo CD di Domenico Nordio e Mikhail LidskyEd eccomi ancora qui con il podcast della trasmissione che mi ha visto ospite su Radio Classica martedì 23 settembre 2008, su “Ultimo Grido”, condotta da Luca Ciammarughi. Ricordo ancora che sarò in onda ogni martedì, fino alla fine dell’anno, alle ore 16.

[display_podcast]

Il podcast presenta la musica così come è andata in onda alla radio, dove, per esigenze tecniche, appare parecchio “compressa”. Per apprezzarne a fondo le delicate sfumature dinamiche originali, potete scaricare le tracce di nostra produzione dal nostro catalogo, utilizzando gli hyperlink man mano qui sotto presentati (in azzurro). 

Questa trasmissione, dedicata davvero agli strumenti ad arco,  è iniziata con la presentazione del nuovo CD della Decca, “Capriccio”, del celebre violinista italiano Domenico Nordio,  che ha anche rilasciato una intervista telefonica. Un CD davvero interessante e piacevolissimo, un viaggio affascinante nella musica violinistica italiana o trascritta da composizioni italiane, (Nordio suona accompagnato, come già per le Sonate di Brahms, dal pianista Mikhail Lidsky), di cui potete ascoltare alcune tracce nel nostro podcast, tra cui un magnifico “Praeludium e allegro” nello stile di G. Pugnani, di Fritz Kreisler (1875-1962), seguito da “La campanella” di Paganini, nella trascrizione pianistia di Liszt-Busoni, e infine la stessa “Clochette” nella trascrizione per pianoforte e violino di Kreisler. Alla fine della trasmissione, sono state infine trasmesse le deliziose “Variazioni su un tema di Corelli” nello stile di Tartini, sempre di Fritz Kreisler.

L’album comprende una serie di rarità difficilmente rintracciabili in discografia, insieme a capolavori notissimi come “Il trillo del diavolo” di Tartini.

Ho poi parlato (a partire dal minuto 34,40) del Dottor Confalonieri… anzi, del Maestro Il Maestro Fedele ConfalonieriFedele Confalonieri, che, come avevo scritto in un post precedente, ha recentemente ottenuto anche un master pianistico da parte dell’Accademia di Imola. A lui un pensiero sinceramente riconoscente per quanto sta facendo per la musica, da appassionato musicista quale è egli stesso, e l’invito, se potesse… a dire una parola sottovoce al suo amico Silvio, per ricordargli di firmare il famoso decreto per l’equipollenza dei titoli rilasciati dai Conservatori e dalle Accademie… Confidiamo in lui! La musica ha molto bisogno di amici così!

Il quartetto IndacoE’ stata poi la volta, come al solito, di nuove produzioni originali di ClassicaViva. Fedeli alla nostra missione di “incubatrice” di talenti,  abbiamo infatti appena finito di registrare e mettere a catalogo (cliccare qui!) la prima incisione di una nuova formazione da camera: il Quartetto Indaco, che ha inciso per noi niente po’ po’ di meno che… il Quartetto di Claude Debussy, e precisamente il “Quatuor à Cordes en sol mineur” (Quartetto in sol minore op. 10 per archi). I quattro movimenti di cui è composta questa splendida e difficilissima composizione (1. “Animé et très décidé” (“Animato e molto deciso”); 2. “Assez vif et bien rythmé” (“Abbastanza vivo e ben ritmato”); 3. “Andantino doucement expressif” (“Andantino dolcemente espressivo”); 4. “Très modéré” (“Molto moderato”), che muta in “Très mouvementé et avec passion” (“Molto movimentato e con passione”), sono andati tutti in onda, inframmezzati da nostri interessanti commenti musicologici sul quartetto stesso e da una intervista telefonica a Eleonora Matsuno, primo violino del quartetto. Un quartetto davvero internazionale, in quanto formato da Eleonora, di padre giapponese, Jamiang Santi (secondo violino, italiano), Andrei Harabagiu (viola, moldavo), Naomi Berril (violoncello, irlandese).

Buon ascolto, dunque!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!