Dic 072011
 

Il Don Giovanni alla Scala il 7 dicembre 20117 dicembre 2011. Come di consueto, il giorno di Sant’Ambrogio il Teatro alla Scala inaugura, con gran pompa, la stagione 2011-2012. Oggi va in scena il Don Giovanni di Mozart.

Per chi avesse una connessione Sky, segnaliamo che, eccezionalmente, va in onda, in chiaro, sul Canale 728 (Sky Classica), la differita dell’opera. Imperdibile per gli appassionati.

“Don Giovanni non è solo un personaggio, è un mito” dice il maestro Daniel Barenboim che dirige il Don Giovanni.

Ecco il primo video di una lunga intervista recentemente rilasciata su questa messa in scena dal Maestro Baremboim (potete facilmente trovare gli altri video alla fine di questo):

nell’augurare buon ascolto e buona visione a tutti, pubblichiamo anche un po’ di cronaca…
Nov 162011
 

Per uno sciopero indetto dalle Rsa Cgil, Cisl, Uil e Fials del Coro del Teatro alla Scala di Milano, il primo dei tre concerti diretti da Daniel Barenboim per la stagione sinfonica, mercoledì 16 novembre, non potrà aver luogo. Lo comunica il Teatro alla Scala di Milano.

Le modalità di rimborso, informa il teatro, sono le seguenti. Acquisti allo sportello, tramite Internet, prenotazione telefonica: i biglietti dovranno essere spediti o restituiti dal cliente, entro il giorno 24 novembre 2011, alla Biglietteria Centrale (Galleria del Sagrato), Piazza Duomo – 20121 Milano, aperta dalle ore 12 alle ore 18 tutti i giorni.

In caso di consegna il rimborso e’ contestuale, in caso di spedizione il rimborso avverrà esclusivamente mediante invio di assegno circolare all’indirizzo indicato dal cliente. Abbonati stagione sinfonica 2011- 2012 – turno A: il rimborso della quota relativa allo spettacolo avverrà tramite assegno circolare inviato all’indirizzo comunicato al momento della sottoscrizione dell’abbonamento.

Dic 072009
 

Anita Rachvelishvili, protagonista di Carmen, in scena il 7 dicembre 2009 per la prima della Scala a MilanoE’ Sant’Ambrogio… tempo di inaugurazione del Teatro alla ScalaStasera va in scena la “Carmen” di George Bizet.Le cose da dire sarebbero migliaia… e sono già state scritte su Internet in molti siti… Allora penso di far cosa gradita ai miei lettori con questo post “aggregatore”, e vi linko e vi “embeddo” alcuni begli articoli e video.Il primo: l’Orchestra del Teatro osserverà un minuto di silenzio per ricordare la crisi che attraversa il paese e – soprattutto – quella che vivono i lavoratori dello spettacolo: http://milano.repubblica.it/dettaglio/Un-minuto-di-silenzio-per-la-crisialla-prima-della-Carmen-alla-Scala/1797966.Poi: la contestazione. Fuori dal teatro, come da consuetudine, ci saranno i lavoratori dello spettacolo, a portare la propria protesta; una delegazione della Cub, nei giorni scorsi, aveva chiesto di poter leggere un comunicato prima dell’inizio della prima, ma non ha ottenuto il consenso del teatro.Ancora: i protagonisti. Non possiamo dimenticare di citare la protagonista, l’esordiente Anita Rachvelishvili, scelta direttamente dal Maestro Barenboim dall’Accademia della Scala (in bocca al lupo!). E un bell’articolo di Natalia Aspesi sulla regista, Emma Dante: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/11/24/la-donna-della-carmen-che-sfida-la.htmlPer lo spettacolo vero e proprio, ecco tutte le notizie video dal sito di Repubblica Tv: http://tv.repubblica.it/copertina/scala:-appassionata-carmen/39946?videoE tutte le info originali sull’opera, cast, libretto, ecc. direttamente dal sito del Teatro: http://www.teatroallascala.org/it/stagioni/2009_2010/opera-e-balletto/Carmen.htmlLo spettacolo, diretto da Daniel Barenboim, verrà proposto in diretta televisiva in Europa (Francia, Germania, Belgio) e sarà proiettato anche nelle sale cinematografiche digitali di Stati Uniti, Canada, Inghilterra, Spagna, Canada e Australia.In Italia la diretta della prima andrà via satellite su SKY (Canale Classica) e verrà proiettata anche in diversi cinema e Teatri su tutto il territorio nazionale.Radio Classica su InternetBella e lunga diretta anche su RadioClassica, in compagnia del bravo Luca Ciammarughi: la potete seguire in diretta Internet da qui: http://www.radioclassica.fm/radio-classica.asxPer finire, vi “embeddo” direttamente il link del video della bellissima puntata di “Che tempo che fa” realizzata il 3 dicembre su RAI 3 da Fabio Fazio. Uno splendido esempio di grande televisione, quella che vorremmo avere sempre.Ma resta, putroppo, rarissima. Peccato, infatti,  non avere stasera anche la diretta televisiva (ci sarà su Sky, invece, come dicevo). RAI, ma perché non fai il tuo lavoro e non ci dai anche la nostra grande cultura in diretta?

Gen 252008
 

Ludwig van Beethoven. Particolare dal ritratto del 1820 di Joseph Karl StielerGrande successo alla Scala di Milano il 23 gennaio 2008, per il primo di una serie di grandi concerti che vedono Daniel Barenboim tornare in scena, stavolta in veste di pianista, dopo il trionfo di Tristan und Isolde, l’opera di Wagner che ha aperto la stagione e che lo ha visto impegnato in una meravigliosa performance in qualità di Direttore d’Orchestra.

Il Maestro ha in programma una serie di otto concerti, nel corso dei quali proporrà l’integrale delle sonate per pianoforte di Beethoven. La composizione delle 32 sonate avvenne nel corso di una ventina d’anni, dalla n° 1, op. 2, in Fa minore, che è del 1795, fino alla n° 32, op. 111, in Do minore, del 1822.
Il ciclo delle 32 sonate costituisce una fontamentale pietra miliare del repertorio pianistico, forse la più alta dimostrazione del genio e della stupefacente modernità di Beethoven, che nelle ultime sonate percorse territori inesplorati, aprendo la strada alla musica moderna.

In attesa di ascoltarlo dal vivo, gustiamo insieme un piccolo estratto dell’Appassionata, dal concerto eseguito a Berlino nel 2007:

gRiy1RJq64o

Barenboim ha deciso di non seguire l’ordine d’esecuzione cronologico, ma ha preferito eseguire programmi che rappresentassero ciascuno uno spaccato di tutti i cosiddetti periodi di Beethoven, così che ogni recital risultasse completo e fruibile, ma svincolato dall’obbligo di seguire l’intero ciclo. Per il concerto d’apertura Barenboim ha così accostato la Sonata n°1 in fa minore, l’ilarità dell’op. 31 n° 3 in mi bemolle maggiore e la complessità armonica dell’ Hammerkaiver op. 106 n°29 in si bemolle maggiore.Continua a leggere…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!