Apr 272008
 
Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, il seguente comunicato da parte di ANDDiCor:
Anddicor

Il 29 aprile si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Danza, istituita nel 1982 dal Comitato Internazionale della Danza dell’Istituto Internazionale del Teatro, IDC-ITI/UNESCO.

La data ricorda la nascita di uno dei più geniali innovatori del teatro di danza moderno, il coreografo e teorico Jean Georges Noverre (1727-1810).

La ricorrenza ha l’intento di onorare quest’arte antichissima, coinvolgendo tutto il mondo della danza, a prescindere dalle latitudini, dalle etnie, dal credo religioso, dalle convinzioni politiche, dalle specificità culturali e sociali.

La danza aggrega le differenze e le esalta, contribuendo alla pacificazione tra i popoli in virtù del suo linguaggio che è universale.

L’associazione ANDDiCor, che riunisce e rappresenta i docenti in discipline coreutiche, titolari del Diploma Accademico di secondo livello rilasciato dall’Accademia Nazionale di Danza, Istituzione del comparto Alta Formazione Artistica e Musicale del Ministero dell’Università e della Ricerca, e che si propone di promuovere lo studio della danza, coglie l’occasione per auspicare una maggiore sensibilità delle Istituzioni italiane verso questa disciplina artistica che è parte integrante del patrimonio culturale dell’umanità. In particolare invita a considerarne l’alto valore educativo e dunque, come già attuato nella maggior parte dei Paesi della Comunità Europea, l’opportunità di integrarla nel sistema scolastico nazionale.

Fiduciosi che possa proseguire il percorso per l’istituzione dei licei coreutici e che si incoraggi l’inserimento della danza tra le materie curricolari anche nel primo ciclo, si porgono cordiali saluti.

Maria Grazia Grosso
Presidente ANDDiCor

http://www.anddicor.it

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Gen 312008
 

Carla FracciMercoledì 30 gennaio, presso la Sala della Lupa alla Camera dei Deputati, c’è stata una bella cerimonia per la consegna del Premio per l’eccellenza nella cultura italiana a Carla Fracci. Hanno partecipato il Vicepresidente del Consiglio e Ministro per i Beni e le Attività Culturali Francesco Rutelli e il Presidente della Camera Fausto Bertinotti. Tra gli intervenuti, in prima fila una radiosa Rita Levi Montalcini.

E’ bello che l’Italia premi chi rende grande il nome del nostro paese all’estero, in questo caso una danzatrice, anzi l’icona della danza a livello mondiale.

Ma dobbiamo osservare con una punta di amarezza che purtroppo in pratica sembra che la danza venga dimenticata, quando si tratta di investire in formazione (vedi le ultime vicende del comparto AFAM, leggi in vari post di questo blog, ne abbiamo parlato più volte). Senza una formazione all’altezza della nostra grande scuola, chi formerà le Fracci di domani?Una rosa bianca virtuale, il simbolo di ClassicaViva, per Carla Fracci

Ma adesso un grandissimo applauso a questa fantastica danzatrice, e un pensiero riconoscente da parte di tutti noi per quello che ha fatto e rappresentato per l’arte italiana. Visto che adora il bianco, regaliamo a Carla Fracci una rosa bianca, il simbolo delle Edizioni ClassicaViva…

Ammiriamola allora insieme in un suo video, per un commosso abbraccio virtuale. Si tratta di “Giselle”, insieme al grande Rudolf Nureyef – un pezzo da antologia – in una ripresa dal vivo al Teatro dell’Opera di Roma nel 1980. Citiamo anche il compositore del balletto, Adolphe-Charles Adam (scommetto che molti non lo sapevano…) .
Per gli appassionati e chi volesse saperne di più, vi linko una bella scheda con vari particolari su questo celeberrimo balletto, uno dei più grandi successi di Carla Fracci… http://darksidenet.altervista.org/giselle.htm
Attenzione: se passate il mouse sulla parte bassa del video mentre è in funzione, potete ammirare diversi altri video con la nostra grande Carla nazionale…

cWTcf1j9GTQ

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!