Ago 292011
 

Si terrà a Verona il 27 settembre, presso il Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” con inizio alle 9,30 un convegno dal titolo “Attività concertistiche e conservatori: quali prospettive per i giovani musicisti” Promosso dall’Aiac, associazione delle Attività Concertistiche, e da FederMusica, d’intesa con i Conservatori di Musica, l’iniziativa “intende porre in primo piano le problematiche del settore anche alla luce delle nuove regole che devono essere definite senza ulteriori dilazioni e di quanto emerso dall’incontro di Bari del 12 luglio scorso”.
Lo spettacolo in generale e la musica in particolare – scrivono gli organizzatori – stanno attraversando nel nostro Paese un periodo di profonda crisi, non ostante che per il 2011 sia stato reintegrato il FUS. Vanno rapidamente definite alcune questioni: 1. la stabilizzazione del FUS come spesa di investimento; 2. la qualità e i criteri stabiliti triennalmente per accedere ai contributi statali, con la conseguente riforma delle attività musicali di cui al Titolo III della Legge 800/1967; 3. l’esenzione dal patto di stabilità che rischia – proprio nel nostro campo – di mortificare vieppiù la cultura e lo spettacolo a livello territoriale e locale; 4. definire, anche a livello di nuovo DM, il sistema unitario di tutta la musica; 5. avere un rapporto organico da parte di AGIS con la Conferenza unificata, l’ANCI e l’UPI; 6. attivare una concreta riforma dei conservatori consentendo che i diplomati (meglio, laureati) possano accedere al mondo del lavoro trovando un adeguato spazio lavorativo nei teatri, nelle istituzioni e associazioni concertistiche“.

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!