Mar 172017
 

Per l’anno 2017, nel limite complessivo di 15 milioni di euro, agli studenti iscritti ai licei musicali e agli studenti iscritti ai corsi preaccademici, ai corsi del precedente ordinamento e ai corsi di diploma di I e di II livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica, e’ concesso un contributo una tantum pari al 65 per cento del prezzo finale, per un massimo di euro 2.500, per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi. Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono definiti le modalità attuative, comprese le modalità per usufruire del credito d’imposta, il regime dei controlli nonché ogni altra disposizione necessaria per il monitoraggio dell’agevolazione e per il rispetto del limite di spesa previsto.”

Il bonus sarà operativo a partire dal 20 aprile 2017

 

Possono usufruire del bonus:

  • gli studenti di tutti i corsi dei conservatori di musica Preaccademici (o Propedeutici), Triennio, Biennio e Precedente Ordinamento;

  • gli studenti di tutti i corsi degli istituti musicali pareggiati (ISSM): Preaccademici (o Propedeutici), Triennio, Biennio e Precedente Ordinamento ai corsi di strumento secondo il precedente ordinamento e ai corsi di laurea di primo livello secondo il nuovo ordinamento.

  • gli studenti di tutti i corsi accademici degli Enti che rilasciano titoli di Alta formazione artistica e musicale:

NB: Sono esclusi gli studenti dei corsi preaccademici in quanto non riconosciuti dal MIUR, gli studenti dei Licei Musicali, statali e paritari;

Questi studenti, per beneficiare del Bonus devono essere iscritti e frequentare l’aa o as 2016-2017 e 2017-2018 ed essere in regola con il pagamento delle tasse.
Per gli studenti che si iscriveranno al primo anno del liceo musicale o al conservatorio nell’a.s. 2017-2018, il bonus sarà disponibile solo all’inizio della scuola (settembre 2017).
Gli studenti che hanno beneficiato del Bonus 2016, possono usufruirne per l’acquisto di un nuovo strumento, ma l’importo del contributo è ridotto del contributo già fruito nel 2016 (65% del prezzo –1.000 euro).

Non possono usufruire del Bonus:

  •  Le sezioni coreutiche dei licei musicali e coreutici
  • Le scuole medie a indirizzo musicale (SMIM)
  • Le scuole di musica che si chiamano liceo, ma non sono scuole secondarie superiori (veri e propri licei)

Gli strumenti che si possono acquistare:

  • Il contributo è concesso per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo e coerente con il corso principale o complementare cui è iscritto lo studente.

  • È consentito l’acquisto di strumenti affini (es. flicorno per chi è iscritto a tromba) se conforme agli obiettivi disciplinari o del POF e, nel caso, va indicato sul certificato rilasciato dal Conservatorio/ISSM./liceo

  • Nell’ipotesi di strumenti compositi (archi, percussioni) è possibile fruire del contributo anche per l’acquisto di singole componenti.

  •  Non è consentito l’acquisto di accessori (compresi pedaliere, sgabelli, astucci, ecc.) e corde.

  •  Il contributo del 65% sul prezzo (iva compresa) fino a un massimo di euro 2.500 spetta per gli acquisti effettuati a partire dal 20 aprile 2017, una sola volta, anche in caso di acquisto di una singola componente dello strumento.

Euro 2.500 è il limite massimo del contributo, non il prezzo dello strumento; ovvero, se lo strumento costa euro 5.000, il contributo sarà di euro 2.500.

 

 

Di seguito l’elenco di strumenti:

Organo, Organo digitale, Organo elettrico

Pianoforte, Pianoforte elettronico, Pianoforte elettrico

Saxofono (varie taglie)

Strumenti a percussione (tutti quelli previsti dai corsi di studio)

Pianoforte elettronico, Tastiere elettroniche

Software dedicato (campionatori, librerie suoni, sequencer), ecc.. Hardware: mixer e macchine analogiche, personal computer

Tromba Tromba rinascimentale o barocca (naturale)

Trombone Trombone rinascimentale e barocco

Viola

Viola da gamba

Violino

Violino barocco

Violino, Violino elettrico

Violoncello

Violoncello barocco

Il contributo spetta anche per l’acquisto di un singolo componente (es. piatti della batteria), ma non per i beni di consumo (es. corde o ance).
Oltre agli strumenti indicati in tabella, è possibile acquistare anche, in alternativa, lo strumento complementare di studio. Non si possono acquistare entrambi gli strumenti (principale e complementare).

 

Il Conservatorio/Liceo è tenuto a rilasciare agli aventi diritto un certificato di iscrizione conforme a quanto previsto dal decreto dell’Agenzia delle entrate, ovvero un certificato in duplice copia non ripetibile (una conservata dall’ente e una consegnata allo studente), da cui risulti:

      • Finalità per cui è rilasciato: “utilizzo del bonus ex Art. 1, comma 626, Legge 11 dicembre 2016, n. 232, “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017- 2019”

      • cognome e nome dello studente

      • codice fiscale dello studente

      • corso cui è iscritto

      • anno di frequenza

      • strumento musicale coerente con il corso di studi (indicazione obbligatoria)

         

        Cosa deve fare lo studente:

        • Il contributo è erogato sotto forma di sconto sul prezzo di vendita praticato dal produttore/rivenditore

        • Per accedere al contributo, lo studente richiede al conservatorio o all’istituto musicale pareggiato, che è tenuto al relativo rilascio, un certificato d’iscrizione, in unica copia non ripetibile, da cui risulti finalità, cognome e nome, codice fiscale, corso, anno di frequenza, indicazione dello strumento musicale coerente con il corso di studi.

        • Il certificato attesta la sussistenza dei requisiti per fruire del contributo, indica lo strumento agevolabile, e va consegnato al produttore o al rivenditore al momento dell’acquisto.

        • Lo studente deve conservare, a fini di eventuali controlli, la fattura o lo scontrino fiscale rilasciato dal rivenditore o dal produttore

          Cosa deve fare il produttore/rivenditore:

        • conservare il certificato di iscrizione rilasciato dal Conservatorio , fino al termine entro il quale l’Agenzia delle entrate può esercitare l’attività di accertamento

        • prima di concludere la vendita dello strumento musicale, è tenuto a comunicare all’Agenzia delle entrate i seguenti dati: il proprio codice fiscale,quello dello studente e dell’istituto che ha rilasciato il certificato di iscrizione, lo strumento musicale, il prezzo totale, comprensivo dell’imposta sul valore aggiunto, e l’ammontare del contributo.;

        • I rivenditori o produttori degli strumenti musicali effettuano le comunicazioni previste al punto precedente a decorrere dal 20 aprile 2017 utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle entrate, in relazione ai requisiti da essi posseduti per la trasmissione telematica delle dichiarazioni, o avvalendosi degli intermediari di cui all’art. 3, commi 2-bis e 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322.

        • Al fine della compilazione e della trasmissione telematica dei file devono essere utilizzati i prodotti software resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle entrate.

        • Per ogni comunicazione di cui al punto 2 inviata, il sistema telematico rilascerà apposita ricevuta attestante la fruibilità o meno del credito di imposta in ragione della capienza nello stanziamento complessivo di cui al punto 2.3, della correttezza dei dati e della verifica dell’unicità del bonus assegnabile a ciascuno studente.

        • Il bonus è riconosciuto allo studente come sconto sul prezzo di vendita (iva compresa); il produttore/rivenditore recupera il bonus attraverso il credito d’imposta.

        • Il produttore rivenditore è tenuto al rilascio di fattura o scontrino fiscale nel quale sono distintamente indicati il prezzo d’acquisto e lo sconto praticato (65% del prezzo fino a un massimo di euro 2.500).

        • A fronte dello sconto praticato, è riconosciuto al rivenditore o al produttore un credito d’imposta per un ammontare pari allo sconto medesimo, nel limite delle risorse stanziate pari a 15 milioni di euro, assegnate secondo l’ordine cronologico di prenotazione/vendita.

        • Il credito d’imposta maturato è utilizzabile dal secondo giorno lavorativo successivo alla data di rilascio dell’apposita ricevuta che ne attesta la fruibilità, esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni.

        • Il modello F24 deve essere presentato esclusivamente tramite il servizio telematico Entratel o Fisconline, pena il rifiuto dell’operazione di versamento.

        • Nel caso in cui l’importo del credito d’imposta utilizzato risulti superiore all’ammontare maturato, anche tenendo conto di precedenti fruizioni del credito stesso, il relativo modello F24 è scartato. Lo scarto è comunicato al soggetto che ha trasmesso il modello F24 tramite apposita ricevuta consultabile sul sito internet del servizio telematico Entratel o Fisconline.

        • Con una ulteriore risoluzione dell’Agenzia delle entrate verrà istituito il codice tributo per la fruizione del credito d’imposta da indicare nel modello F24 e saranno impartite le istruzioni per la compilazione del modello stesso.

        • Nel caso in cui, successivamente alla ricezione dell’apposita ricevuta che attesta la possibilità di utilizzare il credito d’imposta, la vendita dello strumento musicale non si concluda il rivenditore o il produttore invierà una comunicazione di annullamento della vendita, utilizzando i medesimi servizi e prodotti software di sopra, così da consentire allo studente di poter usufruire nuovamente del contributo.

        • Il rivenditore o produttore dello strumento musicale che avesse già utilizzato in compensazione il relativo credito di imposta dovrà riversarlo tramite modello F24 utilizzando lo stesso codice tributo di cui sopra.

           

           
          Conclusione dell’Onorevole Raffaele Vignali: 

          Non ci credeva nessuno che si sarebbe realizzato il Progetto Stradivari, invece ce l’abbiamo fatta. Siamo riusciti a farlo approvare anche per il 2017.Siamo riusciti a estenderlo agli studenti di tutti i corsi dei conservatori, dei licei musicali e agli studenti dei corsi accademici delle istituzioni abilitate a rilasciare titoli Afam. Abbiamo ancora tre speranze, che per noi sono un impegno:

          – che l’Italia valorizzi sempre di più il suo grande patrimonio e la sua tradizione musicale;

          – di riuscire a stabilizzare il bonus a partire dal 2018;

          – di riuscire a estenderlo il prossimo anno anche a coloro che oggi sono esclusi, in particolare agli studenti delle scuole medie a indirizzo musicale (SMIM).

          Per riuscire, però, abbiamo bisogno del sostegno di tutti.
          Un grazie di cuore a tutti quelli che hanno lavorato per la riuscita dell’iniziativa (Governo, Agenzia delle Entrate, Miur, Sogei).
          Un grazie anche ai produttori/rivenditori che aderiranno al bonus: abbiamo messo sulle loro spalle l’anticipo del bonus, ma era l’unico modo per farlo funzionare senza perdersi in burocrazie infinite.

          Per eventuali ulteriori chiarimenti, ci si può rivolgere alla Pagina Facebook Progetto Stradivari o all’e-mail vignali_r@camera.it.

Link Testo del Provvedimento

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments

Il nostro programma di affiliazione

Clicca qui sotto per scoprire il nostro straordinario programma di affiliazione "ClassicaViva Fidelity Card", che ti consentirà ottimi sconti immediati su concerti, festival, mostre... Come funziona?

Servizi per gli Enti artistici affiliati

Gentile Ente, ecco la descrizione dei servizi che potrebbe ottenere iscrivendosi al nostro portale: Servizi

Modulo iscrizione Cliente

Gentile lettore del nostro blog, iscriviti qui per aderire gratuitamente al nostro programma di affiliazione: Iscriviti

Modulo iscrizione Ente artistico affiliato

Iscriversi qui, per collaborare con il Network di ClassicaViva, per aumentare il pubblico e la visibilità: Iscriviti

Mappa Enti artistici affiliati - visualizza qui: