Set 292016
 

La RSI in breve

La RSI – Radiotelevisione svizzera di lingua italiana è un’emittente di diritto pubblico che fa parte della SRG SSR – la società svizzera di radiotelevisione.

Dalle sue sedi di Lugano si rivolge con tre reti radio, due canali tv e un’ampia offerta multimediale ad un pubblico eterogeneo: i 350 mila abitanti del Canton Ticino e del Grigioni italiano, i numerosi italofoni al nord delle Alpi, e (in Italia) i residenti della fascia di confine, nonché l’intero pubblico italofono nel mondo attraverso il sito tvsvizzera.it.

Leader di mercato nella Svizzera italiana, la RSI è finanziata per il 75% dalla tassa di ricezione e per il 25% dalla pubblicità, sponsoring e attività commerciali. A fronte di 58 milioni versati annualmente dagli svizzeri italiani per il canone radiotelevisivo, la RSI genera un forte indotto economico distribuendo sul territorio, fra stipendi, gettito fiscale, acquisti da fornitori locali e sostegno alle manifestazioni culturali, circa 180 milioni di franchi.

La RSI fornisce un servizio di pubblica utilità: attraverso i suoi programmi e le sue attività fornisce prodotti in lingua italiana equivalenti a quelli nelle altre lingue ufficiali allo scopo di:

  1. informare, intrattenere e formare il pubblico,
  2. promuovere la comprensione, la coesione e lo scambio fra le regioni del Paese, le comunità linguistiche, le culture, i gruppi sociali e l’integrazione degli stranieri,
  3. promuovere la lingua e la cultura italiane in tutto il territorio nazionale,
  4. favorire la libera formazione delle opinioni del pubblico,
  5. contribuire allo sviluppo culturale del Paese e al rafforzamento dei valori culturali nonché alla promozione della cultura svizzera.

I Concerti RSI.

Una lunga stagione che va nella direzione di tutti. I concerti promossi dalla RSI insieme all’Orchestra della Svizzera italiana nel cartellone 2016/17 sono, nella loro programmazione, la caleidoscopica rifrazione dei mille spunti di cui si e voluto tenere conto. A cominciare dall’appuntamento che darà il via alla stagione, il 29 settembre, mettendo al centro della serata pagine grandiose di Robert Schumann, nel 160.mo della sua scomparsa. Un omaggio che proseguirà anche il 15 ottobre quando Khatia Buniatishvili interpretera lo straordinario Concerto per pianoforte e orchestra del compositore tedesco, insieme all’OSI e al suo ispirato direttore Markus Poschner. Grandi solisti e grandi pagine musicali, che portano la firma di Beethoven, Martinů, Chopin, Sibelius, Khachaturyan, Dvořak, saranno la costante di serate che si alterneranno in quelli che ormai, per Lugano e per il Ticino, sono i due luoghi della musica per antonomasia: l’Auditorio Stelio Molo RSI a Besso e la Sala Teatro di Lugano Arte e Cultura – LAC. Così la proposta, tra le tante, di alcune delle Sinfonie piu celebri di W. A. Mozart, artista che con la sua sterminata produzione – fatta di innovazione di forma e di stile – ha convinto e conquistato tutte le generazioni che gli sono succedute, fino ad oggi. E come non aprire una strada al filone della musica russa in relazione al Soviet, ovvero il sistema politico e amministrativo che si affermo in Russia esattamente un secolo fa? Quattro pagine monumentali di Prokof’ev vedranno susseguirsi solisti del calibro di Lisa Batiashvili, Vadim Gluzman, Nikolai Lugansky e Boris Brovtsyn. E ancora, grandi del passato quali Bach, Pergolesi, Gabrieli, Frescobaldi, Viadana, rivissuti attraverso il lavoro di grandi del Novecento come Maderna, Reger e quel Scherchen che in Ticino lascio una traccia indelebile per la storia della musica del XX secolo. Senza dimenticare il legame ideale con Venezia, reso possibile dalla musica di Malipiero, Maderna, Salieri e Galuppi, del quale I Barocchisti e il Coro della Radiotelevisione svizzera, diretti naturalmente da Diego Fasolis, eseguiranno una pagina importante: l’oratorio Adamo ed Eva. Puntualmente ci sarà anche il palinsesto di Rete Due a seguire da vicino la stagione, con la diretta dei concerti e un ricco corollario di suoni e parole trasmessi sulle sue frequenze.

RSI RETE DUE
Casella postale CH-6903 Lugano
T +41 91 803 95 49
F +41 91 803 90 85
concertirsi@rsi.ch
rsi.ch/retedue
rsi.ch/concertirsi

ORCHESTRA DELLA SVIZZERA ITALIANA
Via Canevascini 5
CH-6903 Lugano
T +41 91 803 93 19
osi@rsi.c
orchestradellasvizzeraitaliana.ch

Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments

Il nostro programma di affiliazione

Clicca qui sotto per scoprire il nostro straordinario programma di affiliazione "ClassicaViva Fidelity Card", che ti consentirà ottimi sconti immediati su concerti, festival, mostre... Come funziona?

Servizi per gli Enti artistici affiliati

Gentile Ente, ecco la descrizione dei servizi che potrebbe ottenere iscrivendosi al nostro portale: Servizi

Modulo iscrizione Cliente

Gentile lettore del nostro blog, iscriviti qui per aderire gratuitamente al nostro programma di affiliazione: Iscriviti

Modulo iscrizione Ente artistico affiliato

Iscriversi qui, per collaborare con il Network di ClassicaViva, per aumentare il pubblico e la visibilità: Iscriviti

Mappa Enti artistici affiliati - visualizza qui: