Mar 132012
 

Il Pontificio Consiglio della Cultura e la Fondazione Perugia Classica indicono il Premio “Francesco Siciliani”, un concorso internazionale di composizione per un’opera di musica sacra. È  la prima volta che un Dicastero della Santa Sede partecipa a un’iniziativa di tal genere, con l’intento di rinnovare il dialogo tra la Chiesa e la musica contemporanea, come ha spiegato il suo presidente, il Cardinal Ravasi: “Questo concorso di musica sacra intende perseguire l’incontro tra musica contemporanea, con la sua nuova grammatica, e il sacro, che ha canoni, testi e temi propri, dunque promuovere questa sinergia”.

Il tema del concorso è una composizione per coro, con o senza organo, su testo obbligato, ossia il Simbolo Apostolico, della durata compresa tra cinque e quindici minuti. La scadenza dell’invio delle partiture è fissata per il 20 luglio. Una giuria internazionale – presieduta da Giya Kancheli, affiancato da Alberto Batisti, direttore artistico della Sagra, e da don Massimo Palombella, Filippo Maria Bressan e Gary Graden, illustri maestri di coro – selezionerà tre delle composizioni pervenute, che saranno eseguite il 14 settembre a Perugia nel corso della 67a Sagra Musicale Umbra, il cui tema sarà “Angeli e Demoni”, e il giorno dopo a Firenze.

Tra questi tre finalisti verrà scelto il vincitore, che riceverà un premio di 5.000 euro. Sono previsti anche due premi simbolici, uno assegnato dal pubblico e l’altro dalla critica.

Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments