Dic 072011
 

In ogni casa ormai, c’è un vecchio che ha perso il suo sguardo, rinchiudendolo dentro un mondo in cui a noi è proibito entrare. Ognuno di noi ormai, conosce la distanza di un genitore che non ti riconosce più, e che nemmeno sa di averti dato la vita.

I numeri dell’Alzheimer fanno impressione, un vecchio su tre, dicono le statistiche, se ne va prima di morire.

Questa malattia è oggi la quinta causa di morte nella popolazione anziana ed è al terzo posto, dopo le cardiopatie e il cancro, nella classifica dei maggiori costi sanitari.

È un’ emergenza sanitaria destinata a crescere nei prossimi anni con l’incremento della vita media della popolazione. L’attuale mancanza di terapie e gli elevati costi socio-sanitari necessari per l’assistenza dei pazienti rendono prioritaria la ricerca in campo medico.

Ogni passo avanti nella ricerca rappresenta una piccola speranza, e qualche passo avanti è stato fatto dall’Istituto per la Ricerca Farmacologica Mario Negri di Milano in collaborazione con l’Istituto Weizmann di Scienze.

A sostegno di questa collaborazione, il Comitato Negri Weizmann ha organizzato il tradizionale Concerto Straordinario che si terrà, quest’anno, Lunedì, 12 Dicembre 2011 alle ore 20.00 al Teatro alla Scala, con la partecipazione di Gidon Kremer, violino, Mischa Maisky, violoncello, Louis Lortie, pianoforte, accompagnati dall’Orchestra Kremerata Baltica. In programma le musiche: Arvo Pärt Fratres; Richard Strauss da Capriccio – Intermezzo; Max Bruch Kol Nidrei op. 47; Pëtr Il’ič Čajkovskij Notturno in re min. op. 19 n. 4 versione per violoncello e orchestra; Wolfgang Amadeus Mozart Concerto in mi bem. magg. n. 14 K 449 per pianoforte e orchestra; Astor Piazzolla Milonga in re per violino e archi, Michelangelo 70 per violino, vibrafono e archi.

Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments