Dic 302011
 

Se fosse un anno pieno di musica da suonare e da inventare, da ascoltare col cuor leggero, col sorriso o con la commozione che solo la musica può dare. Se fosse un anno in cui tornare a guardare la bellezza che ci circonda e quella che ancora si potrebbe donare col pennello o con l’archetto di un violino, con una penna che sappia anche scrivere poesie.

Se fosse un anno normale, quello che arriva, darebbe le opportunità di tornare ad insegnare e imparare; il sapere, la sola via che ci può liberare.

Un anno normale con i teatri occupati dagli spettatori in attesa di applaudire e non dagli attori disperati per un domani che non riescono a immaginare.

Un anno speciale, nel quale non vi è più stupore per le parole di un ministro che annuncia che sì, finalmente, i fondi stanziati per le arti e la beltà saranno usati proprio per i motivi per cui sono stati investiti.

Se fosse così il prossimo anno, sarebbe un bel posto in cui stare.

Auguri a tutti!

Dic 222011
 

E’ stato inaugurato a  Firenze il nuovo teatro del Maggio con un imponente concerto-evento diretto dal maestro Zubin Mehta. Dopo soli due anni dall’inizio dei lavori la nuova casa del Maggio Musicale è stata consegnata alla città, nella centralissima zona del Parco delle. All’evento hanno partecipato 1800 gli spettatori che hanno voluto ringraziare l’Orchestra e il coro del Maggio con una standing ovation finale. In programma c’era la prima assoluta di una nuova pagina composta da Sylvano Bussotti proprio per l’occasione, Gegenliebe, e due pagine beethoveniane: l’ouverture Leonore n.3 e la Nona Sinfonia.

All’evento hanno partecipato molte personalità del mondo della politica, dello spettacolo e della cultura.

La costruzione del Nuovo Teatro si deve allo stanziamento dei fondi per i 150 anni dell’unità di Italia e rimarrà aperto fino al 1° gennaio 2012, dopo di ché subirà una chiusura, si spera momentanea per l’ultimazione dei lavori, per i quali comunque mancherebbero all’appello altri 100 milioni di Euro. Si spera quindi che – anche in seguito alle inchieste aperte dalla magistratura per gli appalti e la lievitazione dei costi, il teatro possa riaprire come previsto a Novembre con la Turandot di Puccini per la regia di Zhang Ymou.

Dic 222011
 

PROVA APERTA DIRETTA DA ESA-PEKKA SALONEN A FAVORE DI OBM ONLUS

Domenica 5 febbraio 2012, alle ore 20, l’orchestra suonerà sotto la direzione del Maestro Esa-Pekka Salonen sul palco del Piermarini, a sostegno di OBM Ospedale dei Bambini Milano – Buzzi Onlus.

Con il critico musicale Angelo Foletto, il Maestro Salonen introdurrà la prova guidando il pubblico alla scoperta dei brani in programma: Una notte sul monte Calvo di Musorgskij, il Concerto per violino e orchestra di Salonen, con la partecipazione della violinista Leila Josefowicz, e Le sacre du printemps di Stravinskij.

Oltre a rappresentare un’importante opportunità per assistere a prezzi contenuti e in anteprima alla messa a punto di un grande concerto, le Prove Aperte costituiscono anche una concreta occasione di solidarietà: l’intero ricavato di questa prima serata, infatti, sarà devoluto a favore di OBM Ospedale dei Bambini Milano – Buzzi Onlus per il miglioramento dell’assistenza offerta a bambini, donne e famiglie che si rivolgono all’Ospedale.

La Filarmonica della Scala, in collaborazione con il Main Partner UniCredit e con UniCredit Foundation, rinnova dunque il tradizionale sostegno nei confronti delle associazioni non profit, offrendo la possibilità di organizzare alcune Prove Aperte dei concerti in programma per il 2011/2012, stagione che segna il trentesimo anniversario della Filarmonica della Scala.

Quest’anno l’iniziativa  è rivolta a enti milanesi che si occupano di infanzia, per contribuire ad aiutare bambini in difficoltà e per lanciare un messaggio di sensibilizzazione su questa urgenza sociale. Il calendario delle Prove Aperte prosegue fino a maggio con altri tre appuntamenti in favore di altrettante associazioni: CasAmica onlus (domenica 1 aprile),  Bambinisenzasbarre onlus (sabato 21 aprile), Cooperativa Comin (domenica 6 maggio).

Biglietti: da 5 a 35 euro (esclusi i diritti di prevendita)

Dic 192011
 

Però c’è di strano che questa crisi giustifica tutto, e in campo culturale giustifica anche di più. I ballerini del Massimo di Palermo protestano, perché vogliono continuare a danzare. Il ministro Ornaghi rassicura: i soldi stanziati per Pompei saranno ben spesi, forse si assumeranno anche sette o otto nuovi archeologi e, udite udite, si terranno anche le gare d’appalto.

Molti giornali, a causa della cessata erogazione dei finanziamenti statali, invece, non esisteranno più a partire dal 1 gennaio prossimo e da mesi, le redazioni protestano. Dei teatri non parliamo, e della lirica o della musica classica, già sappiamo.

Ed è colpa della crisi, dei tagli da operare sulle necessità meno necessarie, su tutto ciò che non si mangia o non fa mangiare.

Difficile però non ricordare quale sia stata la via che ha portato al tracollo del comparto culturale italiano, come del resto del sistema Italia in assoluto. Anni e anni di malversazione, ruberie, cattive gestioni (a voler essere diplomatici) o gestioni incompetenti. Teatri spolpati, capitali distratti, con finanziamenti di opere da nulla di parenti, amici, amanti, quando non peggio i fondi per lo spettacolo andavano a finanziare le epiche opere di propaganda (memorabile la fiction leghista girata in Romania) per rivedere la storia ed insegnarla a chi non ha mai saputo o voluto leggere quella vera.

è comprensibile il rammarico del ministro, il quale non riesce a garantire gli interventi promessi, perché fuori copertura in questo stato di crisi, ma a volte è anche utile ricordare come e perché siamo arrivati fino a qui.

Dic 142011
 

Il IX Festival Pianistico di Carrara - 2011Nell’ambito del IX Festival Pianistico della città di Carrara, a conclusione della rassegna, il 17 dicembre 2011, nel Duomo di Carrara, si terrà il Concerto di Natale, con un bellissimo programma, tutto beethoveniano (tra l’altro, il 17 dicembre si festeggia il compleanno di Beethoven!):

Carrara, Duomo
17 dicembre 2011, ore 21
Concerto di Natale

Ludwig van Beethoven
(1770-1827)

  •  Concerto n. 3 in do minore op. 37 per pianoforte e orchestra
  • Sinfonia n. 1 in do maggiore op. 21

Orchestra del Trasimeno
Direttore
Maciej Zoltowski

Pianoforte
Stefano Ligoratti


ingresso libero

Al IX Festival pianistico di Carrara non è mancato il coraggio di sfidare le difficoltà: sette concerti, i cui ben tre con orchestre, sono un atto di fiducia nell’arte e nella cultura, in tempi ad esse non propizi.

Aprendo e chiudendo sotto la protezione di Mozart e Beethoven, è stata racchiusa in un quadro di classicità una programmazione  molto varia, che ricorda i centenari di Liszt e Mahler, ma anche di Rota e Menotti, senza trascurare una affascinante tappa nel mondo della musica ebraica di stile popolare.
Solisti e direttori sono in gran parte artisti di vasta esperienza, da Roberto Trainini a Enzo Audino, da Olga Romanko al quartetto Klezmer, formato da formidabili strumentisti del Maggio musicale fiorentino. Ma è importante notare una presenza di protagonisti più giovani e tuttavia validissimi, come il siciliano Trio Eukelios e il pianista lombardo Stefano Ligoratti.
Il pianista Stefano Ligoratti

Grazie al suo enorme talento naturale, ai suoi studi rigorosi e completi (oltre che in Pianoforte, è anche Diplomato in Organo, Clavicembalo, Direzione d’Orchestra e Composizione), e alla sua vasta esperienza di concertista, il giovane Ligoratti è oggi uno dei migliori, più profondi e raffinati interpreti beethoveniani: sicuramente chi interverrà al concerto, grazie anche all’ingresso gratuito, vivrà un’esperienza emozionante.

Dic 132011
 

RingNotes, le nuove suonerie per iPhoneE’ disponibile presso tutti gli Apple Stores una nuova applicazione per iPhone, “RingNotes”. Si tratta di nuove suonerie create utilizzando tecnologie digitali all’avanguardia, appositamente composte da uno dei nostri migliori artisti, un  giovane pianista concertista di grande talento, che, grazie alla rigorosa matrice classica, renderanno più originali, esclusivi e piacevoli gli squilli degli iPhone.L’arpa, il pianoforte, il Glokenspiel, grazie alla maestria del compositore, produrranno suoni raffinati, allegri e spiritosi, capaci di distinguersi tra le ormai abituali e comuni suonerie – sempre più o meno le stesse – che si confondono e ci confondono tra la folla: RingNotes propone moltissime melodie originali, che piaceranno sicuramente a coloro che amano la grande musica.

L’applicazione, gratuita, permetterà l’acquisto di uno o più pacchetti di circa 25 suonerie al costo minimo praticato da AppStore (25 suonerie a 79 centesimi di Euro).

RingNotes è un prodotto italiano, ideato e prodotto dalla nostra Casa discografica ClassicaViva®, il network della musica classica.

Ve ne diamo notizia con grande soddisfazione: questo prodotto è un simbolo della profonda sinergia tra le nostre attività (quella informatica, di New Problem Solving S.r.l. , l’azienda che ha creato ClassicaViva e ne costituisce l’anima tecnologica, e quella musicale, per l’appunto ClassicaViva, che si coniugano e fondono nei nostri siti web e, soprattutto, nel nostro studio di incisione, dove sono state create le nuove suonerie).

Di seguito, i nostri primi video promo, in italiano e in inglese, che lanciano il prodotto con lo slogan Ring different.

Dic 122011
 

Sabato 17 dicembre alle 21 presso lo Spazio SUC delle Murate a Firenze (piazza Madonna della Neve, ingresso libero) si terrà il Concerto per il centenario dalla scomparsa di Gustav Mahler, interpretato dell’Orchestra da camera I Nostri Tempi, diretta dal M° Edoardo Rosadini. L’Orchestra, nata nel 2007, è formata da giovani musicisti, strumentisti già di livello, ed è caratterizzata da una scelta artistica che propone programmi originali, al di fuori delle logiche abituali dei circuiti della classica. In programma il 17 dicembre la Sinfonia n°4 di Gustav Mahler, nella versione da camera di Erwin Stein, e In C di Terry Riley.

Per il tributo a Mahler, l’Orchestra I Nostri Tempi, è una scelta innovativa, eseguirà  La Sinfonia n°4, composta fra il 1899 e il 1901, rappresenta una svolta nella vita del compositore. Verrà proposta nella versione da camera di Stein, allievo di Schonberg, che la pone in una dimensione più intima e ridotta nelle quantità. È l’ultima della trilogia delle sinfonie vocali, tematicamente legate ai lieder composti sui testi cari al compositore di Des Knaben Wunderhorn, raccolta di poesie e canti popolari. In essa si affrontano temi importanti per Mahler, quali la visione del cielo e della morte. L’ultimo movimento è costituito proprio da un lied, “La vita celestiale”, interpretato dalla suggestiva voce della giovane soprano Giulia Peri.

Dic 092011
 

Sarà conferito oggi, con una cerimonia di gala presso la sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, il Premio Cartagine 2011, al Maestro e Compositore Giuseppe Devastato. Il prestigioso premio, relativo alla sezione musica è stato assegnato per i meriti acquisiti dal Maestro in qualità di pianista e compositore oltre ché per gli indiscussi meriti umani nel prodigarsi per la divulgazione della musica colta.Il premio è stato vinto dal Maestro Devastato anche per la sensibilità mostrata nelle sue esecuzioni, che sempre manifestano una spiccata sensibilità e un profondo amore per la vita.

Il suo pianismo ha come peculiarità il modo di toccare la tastiera del pianoforte cercando di imitare la voce umana rifacendosi all’arte del bel canto tramandata dalla Scuola Pianistica Napoletana.

Ospite fisso dal 2002 al Festival di Ravello dove ha eseguito l’integrale delle Sonate e Variazioni di Beethoven per Pianoforte e V.Cello in Duo con Silvano Maria Fusco e collaborato con Orchestre quali la Filarmonica di IASI, Orchestra Sinfonica de Estado de Mexico, Venus Chamber Orchestra di Sofia, State Academic Orchestra di Kiev e Neapolitan Chamber Orchestra of New York.

Per meriti artistici, riguardo la rivalutazione del repertorio legato al 700 Napoltano, nell’aprile 2008 gli è stato conferito la carica di Artistic Adviser dalla Neapolitan Music Society of New York alla presenza del Governatore di New York Mario Cuomo e Lady Matilde Cuomo.

A seguito di una fortunata tournèe in Spagna, la Fundaciòn Eutherpe lo ha delegato Manager della stessa per favorire gli scambi culturali tra Italia e Spagna.

Attivo come compositore ha ricevuto il premio “Verzari giovani” nel dicembre 2008 come miglior giovane compositore attivo per la sua produzione, premiato dal Soprano Mariella Devia ed il pianista Bruno Canino ha seguito la composizione “Hommagè a Mozart”.

Incide per la Warner Chappel Music, CamOriginalSoundTracks, Classica Viva e registrato per emittenti televisive e radiofoniche in Italia, Europa e America.

Per la caratteristica del suo tocco pianistico è stato chiamato ad incidere per molte colonne sonore cinematografiche dove molti compositori gli hanno dedicato le loro composizioni.

Si esibisce con artisti di fama mondiale e nei teatri più importanti d’Europa, Teatru Manoel (Malta), Sala Villanueva (Mexico), Auditorium de Leon (Spagna), Skyrball Center di New York (USA)., Auditorium Parco della Musica di Roma (Italia), Filarmonica di Stettino (Polonia).

Ha registrato un nuovo lavoro discografico “The Neapolitan Masters” dedicato alla musica dal 700 al 900 napoletano, a tal proposito nel 2012 presenterà il disco in Europa e America toccando le capitali culturali più importanti.

Il 17 Marzo 2010 ha tenuto un recital presso l’Ambasciata D’Austria in Roma eseguendo il “Largo” di Pergolesi in World Premiere in occasione del Trecentenario della nascita del G.B. Pergolesi.

Il 9 Giugno 2011 è stato invitato dall’Istituto di Cultura di Cracovia a rappresentare l’Italia nell’ambito del 150° anniversario dell’Unità d’Italia tenendo un concerto presso l’Auditorium di Olkutz – Polonia, inaugurandolo per la prima volta.

Il 22 Ottobre 2011 ha tenuto un Recital nella prestigiosa Filarmonica di Stettino (Polonia)

per la settimana della Cultura Italiana nel Mondo, grazie all’invito del Console Onorario Italiano, presentando il Disco “The Neapolitan Masters” e musiche proprie.

Attualmente vive a Madrid, tenendo Master Class presso l’Accademia Musicale “Katarina Gurska” e contemporaneamente in Europa e America.

E’ impegnato come compositore per produzioni cinematografiche ed è Direttore Artistico dell’Accademia Pianistica Scuola Napoletana “V.Vitale”.

Dic 072011
 

Il Don Giovanni alla Scala il 7 dicembre 20117 dicembre 2011. Come di consueto, il giorno di Sant’Ambrogio il Teatro alla Scala inaugura, con gran pompa, la stagione 2011-2012. Oggi va in scena il Don Giovanni di Mozart.

Per chi avesse una connessione Sky, segnaliamo che, eccezionalmente, va in onda, in chiaro, sul Canale 728 (Sky Classica), la differita dell’opera. Imperdibile per gli appassionati.

“Don Giovanni non è solo un personaggio, è un mito” dice il maestro Daniel Barenboim che dirige il Don Giovanni.

Ecco il primo video di una lunga intervista recentemente rilasciata su questa messa in scena dal Maestro Baremboim (potete facilmente trovare gli altri video alla fine di questo):

nell’augurare buon ascolto e buona visione a tutti, pubblichiamo anche un po’ di cronaca…
Dic 072011
 

In ogni casa ormai, c’è un vecchio che ha perso il suo sguardo, rinchiudendolo dentro un mondo in cui a noi è proibito entrare. Ognuno di noi ormai, conosce la distanza di un genitore che non ti riconosce più, e che nemmeno sa di averti dato la vita.

I numeri dell’Alzheimer fanno impressione, un vecchio su tre, dicono le statistiche, se ne va prima di morire.

Questa malattia è oggi la quinta causa di morte nella popolazione anziana ed è al terzo posto, dopo le cardiopatie e il cancro, nella classifica dei maggiori costi sanitari.

È un’ emergenza sanitaria destinata a crescere nei prossimi anni con l’incremento della vita media della popolazione. L’attuale mancanza di terapie e gli elevati costi socio-sanitari necessari per l’assistenza dei pazienti rendono prioritaria la ricerca in campo medico.

Ogni passo avanti nella ricerca rappresenta una piccola speranza, e qualche passo avanti è stato fatto dall’Istituto per la Ricerca Farmacologica Mario Negri di Milano in collaborazione con l’Istituto Weizmann di Scienze.

A sostegno di questa collaborazione, il Comitato Negri Weizmann ha organizzato il tradizionale Concerto Straordinario che si terrà, quest’anno, Lunedì, 12 Dicembre 2011 alle ore 20.00 al Teatro alla Scala, con la partecipazione di Gidon Kremer, violino, Mischa Maisky, violoncello, Louis Lortie, pianoforte, accompagnati dall’Orchestra Kremerata Baltica. In programma le musiche: Arvo Pärt Fratres; Richard Strauss da Capriccio – Intermezzo; Max Bruch Kol Nidrei op. 47; Pëtr Il’ič Čajkovskij Notturno in re min. op. 19 n. 4 versione per violoncello e orchestra; Wolfgang Amadeus Mozart Concerto in mi bem. magg. n. 14 K 449 per pianoforte e orchestra; Astor Piazzolla Milonga in re per violino e archi, Michelangelo 70 per violino, vibrafono e archi.

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!