Lug 082011
 

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 < ![endif]--> < ![endif]--> < ![endif]-->Sarà dedicata al tema della percezione del tempo l’edizione 2011 del Festival Internazionale di Musica di Portogruaro  che prenderà il via18 luglio per concludersi il 16 settembre 2011, e si comporrà di circa 30 appuntamenti itineranti che coinvolgeranno tutto il tessuto urbano di Portogruaro e le zone limitrofe: dagli androni dei palazzi del centro storico ai giardini delle ville fuori porta, passando per lo splendido peristilio del Collegio Marconi e per le chiese cittadine.

Quest’anno la programmazione si estende in un periodo più lungo, che va da luglio a settembre per venire incontro alle esigenze del pubblico sempre più numeroso, ma comunque la maggior parte degli eventi saranno concentrati negli ultimi dieci giorni di agosto.

Due le anteprime nel mese di luglio: lunedì 18 al Teatro Comunale “Luigi Russolo”, con l’Ottetto dell’Hagen Open Festival e la partecipazione di Simone Briatore (viola) ed Enrico Bronzi (violoncello); nei giorni a seguire, nella Chiesa San Luigi, la più antica di Portogruaro, il SoloDuo, formato dai chitarristi Lorenzo Micheli e Matteo Mela.

Lunedì 22 agosto il vero e proprio concerto di apertura, con l’Orchestra Giovanile della Val d’Aosta diretta da Enrico Bronzi, con Francesco e Stefano Cerrato, impegnati nel Concerto in la minore per violino, violoncello e orchestra di Brahms.

La chiusura è programmata venerdì 16 settembre, con l’Accademia dell’Orchestra Mozart, formazione in residenza al Festival, e Alexander Lonquich nella doppia veste di pianista e direttore, interprete di un programma che spazia da Mozart a Wolfgang Rihm.

Il cartellone ospita musicisti provenienti da Italia, Austria, Armenia, Germania, Inghilterra, Olanda e Russia, offrendo un ampio panorama della musica colta europea. In programma alcune tra le più affermate formazioni cameristiche, come il Quintetto Bibiena, il Quartetto Vogler e il Trio di Parma, alle quali si affiancano, come di consueto, formazioni inedite che vedono coinvolti i docenti o gli studenti delle masterclass estive, organizzate dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro.

Molti nomi importanti si alterneranno negli eventi in programma,  come il violoncellista Giovanni Sollima, impegnato giovedì 25 agosto in un concerto sul fiume Lemene: una chiatta ormeggiata sulle acque adiacenti piazzetta Pescheria di Portogruaro fa da palcoscenico per l’esecuzione di pagine di Marin Marais e dello stesso Sollima, cui si affianca nell’esecuzione la violoncellista Monika Leskovar. Ma sono molti gli spazi non convenzionali utilizzati in questa edizione del Festival, come nei due happening in programma domenica 28 e lunedì 29 agosto. Nel primo un pubblico itinerante fra le due costruzioni gemelle dei Mulini di Portogruaro potrà ascoltare diverse formazioni impegnate nell’esecuzione di brani basati su differenti concezioni del tempo; nel secondo, il Quartetto Vogler proporrà l’esecuzione integrale del Quartetto per archi di Morton Feldman, della durata di circa cinque ore, nel corso delle quali gli spettatori potranno muoversi, entrando e uscendo dal nuovissimo spazio commerciale sito all’interno del vecchio Teatro Sociale, che ospita il concerto.

Tradizionali poi le “Penombre”: momenti di incontro sul programma dei concerti e sul tema del Festival, abbinati a degustazioni di vini della zona. Oltre ai musicisti, parteciperanno alle “Penombre” personalità appartenenti a vari settori della cultura: da Massimo Cacciari a Quirino Principe, da Giovanni Sollima a Enzo Restagno e Sergio Cimarosti.

http://www.fmsantacecilia.it/

Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!