Lug 042011
 

Il ciclo radiofonico Ferenc Liszt: Incanto e disillusione di un musicista romantico, ideato e condotto da Gregorio Nardi, giunge alla tredicesima puntata, dal titolo: Tradizione mistica e rinnovamento ceciliano. Andrà in onda oggi lunedì 4 luglio alle ore 18,40 su Rete Toscana Classica.

Per chi non possa ascoltarla per radio, ricordo che Rete Toscana Classica è raggiungibile anche sul web, al sito: www.retetoscanaclassica.it

La tematica religiosa nella produzione di Liszt riserva molte sorprese: composizioni di grande fascino, a volte pensate per grandi
successi di pubblico, altre volte segretamente cesellate come capolavori fiamminghi – e bisogna sapervici muovere con cognizione
per poterle apprezzare pienamente.

Questa trasmissione è dunque l’occasione migliore per incontrare un Liszt inatteso: capolavori pianistici come la trascrizione del
Cujus Animam
di Rossini, il Sursum Corda o la versione pianistica della Via Crucis; delicati brani di meditazione personale come la trascrizione dell’Agnus Dei di Verdi o il breve e visionario  In Festo Transfigurationis Domini Nostri Jesu Christi; possenti affreschi
corali come Excelsior! o la Messa per l’Incoronazione; e soprattutto, questi davvero imperdibili per la loro misteriosa e profonda bellezza, antifone e mottetti quali O Salutaris Hostia, Ave Verum Corpus, Cantantibus Organis e il tardo, drammatico Qui seminant in lacrimis.

Buon ascolto, dunque, collegandovi su : www.retetoscanaclassica.it

Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!