Feb 042011
 

Nell’ambito della Stagione Concertistica 2010/2011 alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano, organizzata dalla Società dei concertisi terrà Mercoledì 9 febbraio 2011 – ore 21 il 7° Concerto – Serie Smeraldo della
ARTHUR RUBINSTEIN PHILHARMONIC ORCHESTRA, Direttore  DANIEL RAISKIN Violinista  EDOARDO ZOSI.

Il programma del concerto prevede:
M. Musorgskij  Notte sul Monte Calvo (riorch. Rimskij-Korsakov)
P. I. Ciaikovski  Concerto in re magg. op.35 per vl. e orch.
A. Tansman   Quatre Danses Polonaises
I.  Stravinskij  Uccello di Fuoco “1945”

L’Orchestra Filarmonica Arthur Rubinstein nasce da una lunga tradizione, e in particolare dall’Orchestra Sinfonica di Lodz fondata nel 1915. Dopo la Warsaw National Philharmonic è la più antica orchestra polacca. Tra le date più significative nella storia dell’Orchestra vi sono il 4 aprile 1984 e il 4 Dicembre 2004. Nel 1984 l’orchestra viene rinominata Arthur Rubinstein Philharmonic, un omaggio al grande virtuoso e pianista nativo di Lodz, che durante la sua lunga carriera ha tenuto numerosi concerti con questa formazione, in particolare una delle sue ultime apparizioni in pubblico. Nel 2004 inoltre l’orchestra si trasferisce nella nuova sala della Filarmonica, attuale sede progettata dall’architetto Romuald Loegler di Cracovia.
L’orchestra ha al suo attivo numerose incisioni discografiche in particolare sono da segnalare la Sinfonia nr 2 di Karol Swymanowski, la Sinfonia nr 5 di Beethoven, i Carmina Burana di Carl Orff e una selezione delle più belle arie d’opera con il soprano Teresa Wojtaszek-Kubiak.
L’Orchestra Arthur Rubinstein ha suonato in tutto il mondo e ha al suo attivo numerose trasmissioni televisive per la divulgazione della musica. Dalla stagione 2008 /2009 il suo direttore stabile è il Maestro Daniel Raiskin.

Il direttore Daniel Raiskin, nativo di San Pietroburgo, ha studiato viola nella sua città, ad Amsterdam e Friburgo. Ha inoltre studiato direzione d’orchestra con Lev Savich seguendo importanti masterclass con Neeme Järvi, Mariss Jansons, Milan Horvat e Jorma Panula. Dal 2005 è direttore musicale della Staatsorchester Rheinische Philharmonie, ed è considerate uno tra i più versatili direttori della sua generazione. La sua carriera internazionale lo ha portato ad esibirsi in grandi teatri e sale da concerto quali il Musikverein Vienna, la Berlin Philharmonie, il Konzerthaus di Berlino , il Concertgebouw di Amsterdam, la Tonhalle di Zurigo, la Philharmonie di Colonia, la Victoria Hall di Ginevra, la Sala Verdi del Concervatorio Milano, il Mozarteum di Salisburgo così come il Lincoln Center a New York.Sono innumerevoli le orchestre dirette da Daniel Raiskin, che collabora con grandi solisti quali Lang Lang, Natalia Gutman, Mischa Maisky, Midori, Shlomo Mintz, Julian Rachlin, Janine Jansen, Dmitri Sitkovetsky, Benjamin Schmid, Daniel Müller-Schott, Hagai Shaham, Martin Fröst, Steven Osborne, Enrico Pace, Peter Jablonski, Vladimir Mendelssohn, Alexei Lubimov. Grande sostenitore della musica del nostro tempo, Danile Raiskin ha diretto un gran numero di opere contemporanee, in particolare lavori di Alfred Schnittke, Arvo Pärt, Gija Kancheli, Mark A. Turnage, Peteris Vasks, Aluis Sallinen, Anders Hillborg, Wolfgang Rihm, Sofia Gubaidulina, Evgen Stankovich.

EDOARDO ZOSI
Nato a Milano nel 1988, comincia lo studio del violino all’età di tre anni dapprima con il violinista russo Sergej Krilov e presso il Conservatorio Verdi di Milano ove si diploma nel luglio 2005 con il massimo dei voti, lode emenzione speciale. Edoardo ha ricevuto numerosi primi premi e ha vinto il Concorso Internazionale per violino e orchestra Valsesia Musica 2003 dove era il più giovane concorrente. Da allora ha tenuto concerti in quasi tutti i paesi europei e in Asia suonando anche per festival importanti. Di particolare rilievo il debutto  a Berlino con il Concerto di Tchaikowsky nella prestigiosa sala della Philharmonie e il concerto in diretta radiofonica per il Festival di Radio France et Montpellier. E’ regolarmente invitato da importanti Orchestre quali Stuttgarter Philharmoniker, Orchestre National de Montpellier e molte altre. E’ stato scelto dal Cidim per alcuni concerti nell’ambito della rassegna “Nuove carriere” e ha tenuto un recital nel giugno 2007 per il Maggio Musicale a Firenze. Nel giugno 2010 ha suonato al Teatro San Carlo di Napoli il Primo concerto di Paganini op 6 per violino e orchestra. Il canale televisivo SKY Classica gli ha dedicato un documentario della serie “I notevoli” di grande successo.

In Europa è altamente considerato non soltanto per la tecnica ma anche per la musicalità e l’interpretazione; nonostante la sua giovane età ha, nel suo repertorio, tutti i più importanti concerti con orchestra : da Mozart a Tchaikovski, da Beethoven a Stravinskij, da Barber a Mendelssohn ecc.

Uno dei tanti successi del giovane violinista, in un memorabile concerto in Sala Verdi nel nel 2005,  fu descritto per ClassicaViva da Ines Angelino, con una sua recensione.

Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!