Giu 272008
 

lYDW2A5-Cbw
Che i computer sapessero creare musica,  lo sapevamo. Che l’elettronica ormai fosse in grado di fare qualunque cosa (o quasi) con la musica, sapevamo anche questo.

Che qualcuno avesse però creato dei robots che sapessero suonare come dei veri strumentisti, utilizzando veri strumenti, azionati da braccia meccaniche, bocche meccaniche, e persino strumenti a fiato,  in cui l’aria che viene soffiata nello strumento proviene da un diaframma artificiale… beh, questo forse qualcuno non lo sapeva.

Il video che vi ho proposto qui è stato creato da una seria Università giapponese, ecco qui il link con tutti i particolari tecnici…  Il robot esegue, con una certa perizia tecnica, devo dire, il celebre brano “Il volo del calabrone”, di Nikolai Rimsky Korsakov”.

Ecco ora anche un suonatore di tromba, frutto della tecnologia Yamaha, che si esibisce nel famoso “Over the rainbow”:

M-mC1PkYbnM

Beh, che ne pensate? C’era proprio bisogno di espropriare gli esseri umani del piacere di far musica? Non ci sono già abbastanza musicisti disoccupati così? In ogni caso, una cosa è chiara: nessuna tecnologia potrà mai sostituire un vero musicista in carne e ossa, che oltre a schiacciare tasti e a soffiare aria, trasmette emozioni dal vivo… appunto, la musica dei robot non potrà mai essere VIVA…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!