Mar 152008
 

Riprendiamo al volo una bella video intervista appena pubblicata sul sito http://www.ltnitalia.it/ (se cercate su quel sito, ce ne sono diverse altre, che comunque riproponiamo tutte qui). Questo breve video mi sembra molto interessante, perché Dalla Chiesa dice cosa pensa dei giovani protagonisti delle recenti battaglie sull’equipollenza dei titoli, oltre, naturalmente, esprimere la propria opinione sul modo in cui sono state costruite le liste nel Partito Democratico. Senza commenti…

[flashvideo filename=http://www.ltnitalia.it/preview/71f8f9967e2878d4bf2a35c725d28ca6.flv /]

[flashvideo filename=http://www.ltnitalia.it/preview/19691804fbe5367d04c933bd0fba10cd.flv /]
[flashvideo filename=http://www.ltnitalia.it/preview/9291b74f4f5f6d70b515f386b0981189.flv /]
[flashvideo filename=http://www.ltnitalia.it/preview/8725157c9b1f90cab3dddf21b25f4eca.flv /]
[flashvideo filename=http://www.ltnitalia.it/preview/b8de83973bdf779d6025b133088555fe.flv /]

 

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 132008
 

Segnaliamo un concerto davvero imperdibile: il clavicembalista Ruggero Laganà suona a Milano,
sabato 15 MARZO 2008, ORE 17 – SALA VIII DELLA PINACOTECA DI BRERA

per la rassegna Primavera 2008 • BreraMusica • 4 concerti alla Pinacoteca di Brera, organizzati dalla Società del Quartetto di Milano
Ingresso alla Pinacoteca e al concerto: € 5
I primi 20 Soci che acquisteranno il biglietto (da prenotare presso la segreteria della Società), avranno diritto a un posto riservato nelle prime file.
Visite guidate a Capolavori scelti della Pinacoteca di Brera, ore 15.30 (prenotazione obbligatoria, max. 25 persone, tel. 02 72263.204).
Ecco il raffinato programma, centrato sul tema “Follia di Spagna”

Ruggero Laganà in concertoAnonimo spagnolo (fine ‘500) – Folias
G. Frescobaldi – Partite sopra Folia
G. Frescobaldi – Cento Partite sopra Passacagli
B. Storace – Follia
B. Storace – Ciaccona
A. Scarlatti – Toccata in re di ottava stesa
A. Scarlatti – Variazioni sulla Follia
C.P.E. Bach – Sonata VI in sol maggiore Wotq 55
C.P.E. Bach – 12 Variazioni sulla Follia d’Espagne
D. Scarlatti – Sonata in fa minore K 239
D. Scarlatti
– Sonata in re minore K 141
D. Scarlatti – Sonata in re maggiore K 45
In passato abbiamo già avuto modo di recensire sulla nostra rivista on-line il Maestro Laganà (i suoi 2 CD sulla “Follia”, e uno dei suoi recital), e linkiamo quindi qui i nostri articoli per approfondimento: si tratta infatti, a nostro parere, di un musicista dallo strepitoso talento. Ascoltarlo è un’esperienza assolutamente stupefacente. Lo consigliamo caldamente a chi finora non avesse ancora avuto modo di assistere ad uno dei suoi recital.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 132008
 

Nando Dalla ChiesaCari amici, raccolgo l’invito di Nando Dalla Chiesa, che ha appena pubblicato sul suo blog una intervista esclusiva a se stesso… e vi invito a leggerla. E’ lunga, quasi un pamphlet. E ve la copio qui sotto tale e quale, per non sovraccaricare il suo blog preso d’assalto (http://www.nandodallachiesa.it). Si capiscono tante cose, leggendola, al termine della piccola battaglia condotta, con migliaia di firme, (e anche da questo blog) contro la sua esclusione dalle liste per il nuovo Parlamento.
E’ un bello spaccato di civiltà, impegno, coerenza. Un esempio per i giovani, e per tutti. Dalla Chiesa va ora ad insegnare a Palermo… indovinate perché.
Per riprendere uno dei commenti a questa intervista, essa è “una dichiarazione di amore per tutto ciò che è vita, è memoria, è affetto, è forza, è intelligenza, è generosità…”

Non mi resta che augurare a tutti noi che chi prenderà il suo posto al Ministero, e dovrà riprendere in mano la dolorosa faccenda dei decreti, lo faccia con lo stesso slancio e la stessa volontà. Non voglio fare politica, sia chiaro (non potreste votarlo nemmeno se lo voleste…). Solo proporvi la testimonianza di una persona che ho imparato a stimare in questi mesi, che ci propone uno stile di vita, innanzi tutto. Non è affatto detto che io condivida le sue affermazioni sul PD (non mi pronuncio, in merito). Ma il suo stile di uomo, quello sì, lo condivido. Ma leggiamo, ora:

Esclusiva per i blogghisti. Intervista di me a me medesimo sulla vita e sul Pd

PDF Stampa E-mail
Scritto da Nando dalla Chiesa
Wednesday 12 March 2008

Ecco finalmente a voi l’intervista che non avreste mai letto da nessuna parte. E non solo per la lunghezza. Nando 1 intervista Nando 2. Lo so, è un po’ samizdat un po’ Marzullo (si faccia una domanda, si dia una risposta…). Ma aiuta a sapere. Aiuta a capire. Un consiglio: meglio se il testo lo stampate, la lettura sarà più comoda. Una richiesta: fatelo girare il più possibile. Per siti, per amici, per compagni d’avventura.

 

 

D. E ora, Sottosegretario?
R. E ora si va a Palermo. Sì, a Palermo. Non mi guardi in quel modo. Se non vogliono che faccia le mie battaglie per la legalità dall’interno del parlamento, le andrò a fare direttamente sul campo più simbolico, almeno per me. Andrò all’università di Palermo. A Milano il mio corso è quello di Sociologia economica. In Sicilia ne farò un punto di riferimento civile e scientifico sui temi dell’economia illegale: pizzo, usura, capitali sporchi, economia di mercato. E anche cultura imprenditoriale per le nuove generazioni: non le voglio più vedere schiave dei concorsi pubblici, in attesa di una supplenza settimanale a scuola. Ci vuole una rivoluzione delle menti. E di tutto il contesto, ovviamente.
Continua a leggere…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 122008
 

Locandina dei concerti de “La musica e il bene”A Milano è in corso la terza edizione della rassegna “LA MUSICA E IL BENE” – quattro Atenei uniti per il bene della musica. Il ciclo di concerti, organizzato dall’Associazione Culturale “Il clavicembalo verde”, prosegue fino a maggio. La rassegna si propone di avvicinare la musica classica ai giovani, al di fuori dagli spazi convenzionali, e di raccogliere fondi per istituzioni benefiche come l’Associazione Amici della Clinica Neurochirurgia della Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico – Mangiagalli – Regina Elena. A fare da palcoscenico saranno gli atenei milanesi, uniti sotto un unico cartellone: l’Università Iulm, la Statale, la Bocconi e il Conservatorio ospiteranno così giovani interpreti di classica e contemporanea.

Giovedì 13 marzo 2008, alle ore 21, presso l’Aula Magna dell’Università Statale di Milano (Via Festa del Perdono, 7), sarà possibile ascoltare un bel concerto (a ingresso libero):

Violoncello: Guido Parma
Pianoforte: Stefano Ligoratti

Programma:

L. Van Beethoven:
– Sette variazioni sul tema del Flauto magico di Mozart
– Sonata n. 3 in la maggiore op. 69
Gabriel Fauré
– Elegia in do minore
Francesco Cilea
– Sonata in re maggiore, op. 38

Il violoncellista Guido Parma è stato allievo di Alfredo Riccardi con il quale si è diplomato nel 1990. Ha frequentato successivamente il corso di perfezionamento della Società Carme con E. Dindo, M. Scano e M. Brunello. Dal 1991 ha collaborato con le orchestre della R.A.I. di Milano, dell’Angelicum, di Bergamo e di Como. Dal ’95 al ’98 è stato 1° violoncello dell’Orchestra Sinfonica dell’Università Cattolica di Milano con la quale si è esibito anche come solista in concerti in Europa, Canada e Tailandia. E’ risultato vincitore in numerosi concorsi nazionali e internazionali. Attualmente è Maestro collaboratore presso il Conservatorio “Nicolini” di Piacenza.
Il pianista Stefano Ligoratti, Direttore artistico del nostro network “ClassicaViva”, che alterna l’attività di solista con quella di pianista di musica da camera, è un grande e poliedrico talento che ha alle spalle anche molto studio “tosto” (a 21 anni aveva già messo in carniere tre diplomi decennali al “Verdi” di Milano, e per altri tre è in dirittura di arrivo…).

Due grandi Maestri del Conservatorio di Milano, il violinista Gigino Maestri e il pianista Leonardo Leonardi, hanno dato il via il mese scorso presso l’Aula Magna dell’Università Iulm alla 3° edizione della rassegna. Ideatore e direttore della rassegna, insieme al fratello violinista Giovanni, è il 27enne pianista, compositore e direttore d’orchestra Angelo Mantovani. Per informazioni, info@ilclavicembaloverde.com

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 122008
 

< ![endif]-->Un'immagine dal Segnaliamo una iniziativa molto interessante e meritoria: da oggi è possibile assistere in tempo reale ad una rappresentazione d’opera in una comoda e bella sala cinematografica, (o in TV su SKY “Classica”), a costi sicuramente più accessibili di quelli del Teatro, e con possibilità di partecipazione ben più agevoli…

Tre gradini drammatici edificati dal genio teatrale di Puccini, che passa dal torbido verismo dell’omicidio passionale con variante macabra (Tabarro), al suicidio per la disperazione di una madre particolare (Suor Angelica), al sarcasmo della più elettrizzante falsificazione testamentaria (Gianni Schicchi). Giovedì 13 marzo l’opera sarà trasmessa in diretta televisiva su “Classica” e nelle sale del circuito Microcinema nell’ambito della convenzione con RAI Trade (per dettagli www.microcinema.euwww.classica.tv).

L’Opera arriva al Cinema
Apollo spazioCinema
Galleria De Cristoforis 3 – Milano
in collaborazione con Microcinema PRESENTA

Giovedì 13 marzo ore 20.00
In diretta dal Teatro alla Scala
TRITTICO di Giacomo Puccini
Il Tabarro – Suor Angelica – Gianni Schicchi
Direttore: Riccardo Chailly
Regia: Luca Ronconi

Durata 3 ore e 45 minuti
Biglietto d’ingresso € 10.00 – Amici del Cinema € 7.50 – Prenotazioni al numero 02 780390
www.spaziocinema.info

ma ecco l’intero cartellone dei prossimi spettacoli: l’appuntamento con l’Opera prosegue poi così:Continua a leggere…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 102008
 

Il grafo del blog di ClassicaVivaLa primavera è nell’aria… e, un po’ in ritardo per l’8 marzo (ma, come si suol dire… meglio tardi che mai…, a proposito, auguri a tutte noi), mi sono imbattuta in un ramo di mimosa… matematico. Non è carino?

E’ la rappresentazione grafica di questo blog, secondo la teoria matematica dei grafi, che ne mostra le connessioni con altri nodi su Internet.

L’informatica può essere anche arte e poesia, oh yeah.

Vi regalo questo fiore simbolico, perché il grafo rappresenta la community di questo blog, siamo noi tutti insieme (grazie di esserci….!) , e la musica, con la matematica, “ci azzecca” parecchio…

Se volete generare il grafo di un qualunque sito a vostra scelta, andate su questo link, http://www.aharef.info/static/htmlgraph/, e potrete farlo in pochi istanti, gratuitamente, secondo lo spirito del WEB 2.0, grazie al geniale autore di una piccola applet java.

Buona giornata a tutti!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 082008
 

Il Maestro Tiziano PoliDelle problematiche squisitamente tecniche legate allo studio del pianoforte si parla abbastanza poco. Anche e persino nei Conservatori, che formano, da generazioni, i pianisti. Ci sono poi aspetti trascurati, come quello della “Meccanica Fisiologica della Tecnica Pianistica”. Sapevate che l’unico corso del genere in Italia è attivato presso il Conservatorio di Novara? Lo tiene il Maestro Tiziano Poli (al quale si deve tra l’altro il non piccolo merito di avere assistito nella preparazione al Diploma di Conservatorio, recentemente conseguito, un allievo settantenne e molto famoso: Fedele Confalonieri (si veda il nostro articolo “Fedele Confalinieri pianista“).

Nel suo sito http://www.tecnicapianistica.com il Maestro Poli illustra i frutti di una lunghissima ed appassionata ricerca che lo ha portato a sistematizzare in modo scientifico i fondamenti della tecnica pianistica. In pratica, si tratta di aver messo la Fisica e l’Anatomia al servizio della Tecnica Pianistica. Un nuovo modo di superare le difficoltà tecniche basato sulla naturale funzionalità della mano, del polso e del braccio. Ritengo si tratti di un metodo utilissimo per gli studenti di pianoforte in generale e soprattutto per i giovani concertisti. Si veda, ad esempio, la sua pagina in cui illustra la tecnica pianistica dei grandi pianisti (Horowitz, per cominciare).
Ho voluto incontrare di persona questo docente, e sono rimasta strabiliata dal suo approccio didattico e anche… dal sentirlo suonare! Ecco un maestro che, ciò che insegna, sa fare… Vi linko qui la sua pagina su YouTube, con alcuni video appena pubblicati, che presentano alcuni celebri studi pianistici di alta difficoltà.
Ma eccone intanto uno qui, tanto per avere un esempio della sua tecnica: ho scelto uno studio di Chopin, il n. 2 dall’ Op. 10:

f5QiWPQDdj4

Per concludere, leggiamo il commento del pianista Antonio Ballista su questo metodo:

Tutti sanno che la musica è anche un gesto. Che un’esecuzione appropriata di uno strumentista debba procedere da gesti appropriati è anche facilmente comprensibile. Ma le scoperte di Tiziano Poli vanno ben oltre tutto ciò. Egli infatti è anche in grado di analizzare ed indicare il modo in cui Horowitz, Rubinstein, Gieseking, Richter ed altri grandi pianisti ottenevano le loro particolarissime sonorità. Ciò costituisce per tutti coloro che hanno la fortuna di attingere al suo insegnamento un enorme arricchimento delle possibilità timbriche. Grazie a Tiziano Poli ho cambiato molte cose nel mio modo di suonare.” Antonio Ballista

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 072008
 

vogliamo Nando Dalla Chiesa in Parlamento!Faccio una deroga, una sola, al principio che mi sono data di non parlare di politica in questo blog. Scusate… ma questanonlamandogiù!

Vorrei parlarvi, ancora una volta, di Nando Dalla Chiesa. Ormai vi è noto che ho apprezzato il suo lavoro come sottosegretario al Ministero, e ho scritto diverse volte a questo proposito su questo blog.

Ma ora c’è un fatto nuovo: Nando Dalla Chiesa è rimasto fuori dalle candidature al nuovo Parlamento, in base alla scelta del suo partito di non ricandidare chi fosse già stato deputato o Senatore per più di tre legislature. La richiesta di deroga, nel suo caso, non è stata accolta (mentre per altri sì…)

In un paese normale, secondo voi, si deve mobilitare la “società civile” per portare gente onesta in Parlamento? Secondo voi è normale che si debbano aprire sottoscrizioni per avere un galantuomo a rappresentarci? Ebbene sì, avviene proprio questo: per cui Gianni Barbacetto ha dato vita a una sottoscrizione pubblica, un appello di molti intellettuali e comuni cittadini, che ho firmato subito e al quale vi invito ad aderire. Lo trovate qui: http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=content&task=view&id=807

Per aderire, scrivete a: questanonlamandogiu@libero.it

Eccone il testo integrale, seguito da alcune delle prime firme:

APPELLO PER “NANDO DALLA CHIESA”:  NANDO DALLA CHIESA IN PARLAMENTO!

CHIEDIAMO CHE SIANO PREMIATI L’IMPEGNO PER LA LEGALITA’ E PER IL PRIMATO DELLE ISTITUZIONI

Nando dalla Chiesa, una delle personalità che più ha contribuito a dare apertura e credibilità alle Istituzioni presso l’opinione pubblica e

la società civile, uomo politico da sempre impegnato per la legalità, l’etica pubblica, la difesa dei principi costituzionali e di giustizia, non ha ottenuto la deroga per la candidatura dal suo partito.

Son stati invece candidati personaggi la cui storia non è trasparente. O persino politici che in passato hanno avuto qualche vicinanza agli ambienti della criminalità organizzata. Anche se secondo l’art. 2 del Regolamento “Non può essere candidato chi si trovi in contrasto con le norme del codice etico”.

Come cittadini a vario titolo impegnati per un’Italia più civile e rispettosa dei meriti, chiediamo che

Nando dalla Chiesa, cui riconosciamo di rappresentare con coerenza i nostri valori etico-istituzionali, sia tra gli eletti del prossimo parlamento italiano. Elisabetta Caponnetto, Salvatore Borsellino, don Luigi Ciotti, Virginio Rognoni, Gianni Barbacetto, Giuseppe Bertolucci, Stefano Boeri, Anna Bonaiuto, Giovanna Borgese, Andrea Brambilla (Zuzzurro), Novella Calligaris, Laura Caselli, Alessandro Cavalli, Cisco (ex cantante dei Modena City Ramblers), Dario Fo, Giorgio Galli, Ricky Gianco, Vittorio Grevi, Anna Maria Guarnieri, Laura Lepetit, Gaetano Liguori, Tinin Mantegazza, Velia Mantegazza, Guido Martinotti, Maria Grazia Mazzocchi, Gabriele Mazzotta, Milly Moratti, Franco Morganti, Maria Mulas, Flavio Oreglio, Moni Ovadia, Ottavia Piccolo, Franca Rame, Lidia Ravera, Basilio Rizzo, Corrado Stajano, Gianni Togni, Marco Travaglio, Franca Valeri, Sergio Vicario, Pamela Villoresi, Marco Vitale, Patrizia Zappa Mulas, Giovanni Colombo, Guido Artom, Fabio Zanchi, Alberto Tonti, Fabio Scurpa, Federica Falavigna, Antonio Caldarella, Mariolina De Luca, Silvana Nicola Nicosia, Maria Luisa Sciarra, Dino Turturici, Matteo Lorusso, Aaron Dimoulas, Giuseppe Attanasi, Luca Segantini, Roberto Bertoli, Monica Faggi, Federica Sgaggio, Patrizia Conti Direttore del conservatorio di Genova, Simona Ravera, Stefano Piroli, Natalia Grifoglio, Massimo Solani, Casa della legalità e della cultura Onlus, Francesco Moroni, Giacomo Esposito, Riccardo Gianninoni, Alessandra Ciarla, Ernesto Fiorito, Lamberto Bertolè, Ines Angelino, Letizia Innocenti, Maurizio Affer, Roberto Louisòn, Didone’Ktia, Maria Regina Brun Sindaco di Castel d’Ario… continua….

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 042008
 
Ecco un nostro scoop giornalistico: una video intervista, realizzata direttamente su Internet, a Robin Good, l’editore indipendente che ha costruito il modello di riferimento per chi fa giornalismo sul WEB.
Robin è italiano, ma pubblica in molte lingue. Se ancora non lo conoscete, andate a visitare il suo sito: http://www.masternewmedia.org/it/: è una specie di Bibbia del WEB 2.0, una miniera di informazioni e suggerimenti.
In questa intervista abbiamo chiesto a Robin cosa pensi del futuro della musica digitale…
Le risposte sono estremamente interessanti…  c’è molto materiale su cui riflettere ed aprire una discussione: fateci sapere cosa ne pensate!
Buon ascolto!
[display_podcast]
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!