Mar 132008
 

Segnaliamo un concerto davvero imperdibile: il clavicembalista Ruggero Laganà suona a Milano,
sabato 15 MARZO 2008, ORE 17 – SALA VIII DELLA PINACOTECA DI BRERA

per la rassegna Primavera 2008 • BreraMusica • 4 concerti alla Pinacoteca di Brera, organizzati dalla Società del Quartetto di Milano
Ingresso alla Pinacoteca e al concerto: € 5
I primi 20 Soci che acquisteranno il biglietto (da prenotare presso la segreteria della Società), avranno diritto a un posto riservato nelle prime file.
Visite guidate a Capolavori scelti della Pinacoteca di Brera, ore 15.30 (prenotazione obbligatoria, max. 25 persone, tel. 02 72263.204).
Ecco il raffinato programma, centrato sul tema “Follia di Spagna”

Ruggero Laganà in concertoAnonimo spagnolo (fine ‘500) – Folias
G. Frescobaldi – Partite sopra Folia
G. Frescobaldi – Cento Partite sopra Passacagli
B. Storace – Follia
B. Storace – Ciaccona
A. Scarlatti – Toccata in re di ottava stesa
A. Scarlatti – Variazioni sulla Follia
C.P.E. Bach – Sonata VI in sol maggiore Wotq 55
C.P.E. Bach – 12 Variazioni sulla Follia d’Espagne
D. Scarlatti – Sonata in fa minore K 239
D. Scarlatti
– Sonata in re minore K 141
D. Scarlatti – Sonata in re maggiore K 45
In passato abbiamo già avuto modo di recensire sulla nostra rivista on-line il Maestro Laganà (i suoi 2 CD sulla “Follia”, e uno dei suoi recital), e linkiamo quindi qui i nostri articoli per approfondimento: si tratta infatti, a nostro parere, di un musicista dallo strepitoso talento. Ascoltarlo è un’esperienza assolutamente stupefacente. Lo consigliamo caldamente a chi finora non avesse ancora avuto modo di assistere ad uno dei suoi recital.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Mar 132008
 

Nando Dalla ChiesaCari amici, raccolgo l’invito di Nando Dalla Chiesa, che ha appena pubblicato sul suo blog una intervista esclusiva a se stesso… e vi invito a leggerla. E’ lunga, quasi un pamphlet. E ve la copio qui sotto tale e quale, per non sovraccaricare il suo blog preso d’assalto (http://www.nandodallachiesa.it). Si capiscono tante cose, leggendola, al termine della piccola battaglia condotta, con migliaia di firme, (e anche da questo blog) contro la sua esclusione dalle liste per il nuovo Parlamento.
E’ un bello spaccato di civiltà, impegno, coerenza. Un esempio per i giovani, e per tutti. Dalla Chiesa va ora ad insegnare a Palermo… indovinate perché.
Per riprendere uno dei commenti a questa intervista, essa è “una dichiarazione di amore per tutto ciò che è vita, è memoria, è affetto, è forza, è intelligenza, è generosità…”

Non mi resta che augurare a tutti noi che chi prenderà il suo posto al Ministero, e dovrà riprendere in mano la dolorosa faccenda dei decreti, lo faccia con lo stesso slancio e la stessa volontà. Non voglio fare politica, sia chiaro (non potreste votarlo nemmeno se lo voleste…). Solo proporvi la testimonianza di una persona che ho imparato a stimare in questi mesi, che ci propone uno stile di vita, innanzi tutto. Non è affatto detto che io condivida le sue affermazioni sul PD (non mi pronuncio, in merito). Ma il suo stile di uomo, quello sì, lo condivido. Ma leggiamo, ora:

Esclusiva per i blogghisti. Intervista di me a me medesimo sulla vita e sul Pd

PDF Stampa E-mail
Scritto da Nando dalla Chiesa
Wednesday 12 March 2008

Ecco finalmente a voi l’intervista che non avreste mai letto da nessuna parte. E non solo per la lunghezza. Nando 1 intervista Nando 2. Lo so, è un po’ samizdat un po’ Marzullo (si faccia una domanda, si dia una risposta…). Ma aiuta a sapere. Aiuta a capire. Un consiglio: meglio se il testo lo stampate, la lettura sarà più comoda. Una richiesta: fatelo girare il più possibile. Per siti, per amici, per compagni d’avventura.

 

 

D. E ora, Sottosegretario?
R. E ora si va a Palermo. Sì, a Palermo. Non mi guardi in quel modo. Se non vogliono che faccia le mie battaglie per la legalità dall’interno del parlamento, le andrò a fare direttamente sul campo più simbolico, almeno per me. Andrò all’università di Palermo. A Milano il mio corso è quello di Sociologia economica. In Sicilia ne farò un punto di riferimento civile e scientifico sui temi dell’economia illegale: pizzo, usura, capitali sporchi, economia di mercato. E anche cultura imprenditoriale per le nuove generazioni: non le voglio più vedere schiave dei concorsi pubblici, in attesa di una supplenza settimanale a scuola. Ci vuole una rivoluzione delle menti. E di tutto il contesto, ovviamente.
Continua a leggere…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!