Gen 242008
 

Gentili amici, in riferimento al post di ieri con la bella notizia della firma del Decreto attuativo da parte del Ministro Mussi, indagando un po’, ho scoperto che ci sono critiche al Ministro per il fatto che il Decreto non corrisponde in pieno a quanto deliberato dal CNAM il 20 dicembre.

Dico subito che il fatto che nel Decreto Ministeriale non venga recepita l’indicazione del CNAM che riguarda l’inquadramento dei docenti, che capisco faccia arrabbiare il sindacato, non mi sembra poi così scandaloso. Infatti la motivazione è che l’inquadramento del personale docente, in quanto materia di stato giuridico, vada rimessa alla disciplina contrattuale di comparto. Insomma, si tratta di non voler entrare in un altro ambito con questo decreto.

Siamo alle solite: in Italia, non va mai bene niente, ma proprio niente. Criticare e non essere mai abbastanza soddisfatti di nulla è il grande sport nazionale.
Diceva il CNAM:

Rispetto a quanto proposto nelle bozze ministeriali, sono inoltre state apportate le seguenti modifiche:
relativamente ai punti in premessa 1, 2, 3 e 4, si ridifiniscono in secondo la seguente dicitura,
“SONO STABILITE LE CORRISPONDENZE TRA LE ATTUALI CLASSI DI CONCORSO E I NUOVI SETTORI
ARTISTICO SCIENTIFICO DISCIPLINARI. I DOCENTI DI PRIMA E SECONDA FASCIA CON CONTRATTO A
TEMPO INDETERMINATO, GIÁ INSERITI IN APPOSITI RUOLI AD ESAURIMENTO, SECONDO L’ART. 2
COMMA 6 DELLA LEGGE 508/99, SONO INQUADRATI NEI NUOVI SETTORI DI APPARTENENZA COME
DEFINITO DA ALLEGATA TABELLA.”.

E motiva il Decreto:

…. RITENUTO di dover recepire il predetto parere, salvo che per alcune limitate proposte di modifiche concernenti l’inserimento in alcuni settori di competenze disciplinari aggiuntive, già presenti e caratterizzanti altri settori, con inevitabili ripercussioni anche sulla distribuzione dei crediti formativi e sugli obiettivi formativi finali dei corsi;
RITENUTO, altresì, di non poter recepire le indicazioni del CNAM relative all’inquadramento del personale docente, in quanto materia di stato giuridico, rimessa alla disciplina contrattuale di comparto; …”

Ma procediamo a documentare il tutto. Trovate qui la delibera originale del CNAM: (Allegati compresi, sono 153 pagine!) http://www.cnam.it/delibere/2007/de_2007_12_28_9685.pdf

e qui il Decreto attuativo del Ministero dell’Università e della Ricerca: http://www.unams.it/Istituti_alta_cultura/default_i.htm

Riportiamo ora per intero anche il comunicato stampa dell’UNAMS (che è abbastanza polemico), al link http://www.unams.it/Istituti_alta_cultura/default_i.htm

“Il Ministro Mussi in data 22 corrente mese ha emanato il decreto attuativo per la “Definizione dei nuovi ordinamenti didattici dei Conservatori di musica”.
Da una prima sommaria lettura, con preoccupazione, notiamo che è sparita, rispetto al testo licenziato dal CNAM, tutta la parte iniziale che attribuiva ai docenti, in base alle loro classi di concorso, la titolarità e competenza, corrispondente all’INTERO settore disciplinare.
Tutto questo era stato ben evidenziato sia nel testo licenziato dal precedente CNAM, sia nel testo licenziato dall’attuale.
A questo punto che vale avere un CNAM che viene regolarmente, nella sostanza più pregnante, disatteso? Infatti, è vero che il CNAM è un organo consultivo come il CNPI e il CUN ma è anche vero che è un organo tecnico!
Nessun ministro ha mai osato disattendere i pareri resi sia dal CNPI sia dal CUN senza dare puntuali motivazioni altrettanto tecniche.
Tutto questo diviene una gratuita offesa non solo al CNAM ed ai suoi componenti, ma alla categoria che sempre più constatiamo, e non sappiamo per quale motivo, oggetto di poca o malevola attenzione.
Ci attendiamo che il CNAM abbia qualche scatto di orgoglio.
All’interno del decreto abbiamo notato altre incongruità ed incongruenze e in alcuni casi particolarmente eclatanti.
Comunque ci riserviamo una analisi più attenta e puntuale e lasciamo la parola ai docenti interessati.”

Attendiamo ora i vostri commenti…

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.
Print Friendly, PDF & Email
Loading Comments…

Please Registrati or to leave Comments

Vieni alla nostra rassegna di lezioni-concerto a Milano alla Palazzina Liberty!